Dramma sul set del film western Rust: Alec Baldwin spara con una pistola di scena. Morta la direttrice della fotografia, ferito il regista. Lo sceriffo: “È stato un incidente”.

È di almeno un morto e un ferito il bilancio della sparatoria avvenuta sul set del film Rust, dove Alec Baldwin ha aperto il fuoco uccidendo la direttrice della fotografia e ferendo il regista, dimesso dopo il ricovero e gli accertamenti in ospedale. In seguito ai primi accertamenti è emerso che la pistola era stata caricata con proiettili veri e l’assistente di regia ha ammesso, durante gli interrogatori, di non aver controllato la pistola prima di darla all’attore.

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Sparatoria sul set del film Rust, a sparare è stato Alec Baldwin. La ricostruzione

Secondo le prime ricostruzioni della vicenda, Baldwin ha preso una pistola di scena. Mentre provava una scena, dall’arma è partito almeno un colpo che ha raggiunto la direttrice della fotografia e il regista del film.

Sembra che all’arrivo della polizia e dei soccorritori Baldwin fosse in evidente stato confusionale, sotto shock per quanto accaduto. L’attore ha dichiarato agli agenti che si è trattato di un incidente, che non era sua intenzione aprire il fuoco.

Lo sceriffo di Santa Fe ha spiegato che effettivamente si sarebbe trattato di un tragico incidente. I colpi sono partiti mentre Alec Baldwin maneggiava la pistola di scena.

Il bilancio

Un colpo ha raggiunto la direttrice della fotografia, morta in ambulanza durante il trasporto in ospedale. Ferito anche il regista del film, Joel Souza, ricoverato e poi dimesso in seguito agli accertamenti medici. La direttrice della fotografia è morta a causa delle gravi ferite riportate.

A Baldwin era stato detto che la pistola era sicura

Stando a quanto emerso nel corso degli accertamenti, Baldwin ha ricevuto la pistola da un assistente alla regia che gli aveva assicurato che l’arma era sicura. Sembra comunque, in base alle prime indiscrezioni emerse sull’indagine, che l’assistente non fosse a conoscenza del fatto che l’arma fosse caricata con proiettili tradizionali, veri. Per la precisione sembra che l’arma avesse un solo colpo.

L’assistente di regia non ha controllato la pistola prima di darla a Baldwin

Nel corso degli interrogatori, l’assistente di regia, come riferito dall’Ansa, avrebbe ammesso di non aver controllato la pistola prima di darla ad Alec Baldwin.

Dagli accertamenti è emerso che la pistola era stata caricata con proiettili veri. Resta ora da capire come questi proiettili siano arrivati sul set del film e chi e perché abbia caricato la pistola di scena.

La pistola caricata con colpi veri per un gioco?

Stando a quanto emerso nella giornata del 24 ottobre, sembra che la pistola data a Baldwin sia stata caricata con proiettili veri da alcuni membri della troupe per un gioco fuori dal set. Si tratta di una delle ipotesi al vaglio degli inquirenti.

Hilaria Thomas Alec Baldwin
Hilaria Thomas Alec Baldwin

Le parole del regista

Il regista rimasto ferito in questa sparatoria ha precisato, riportato da La Repubblica, che “Baldwin stava provando la scena dove doveva puntare la pistola contro la telecamere. Ho sentito prima un sibilo e poi un pop. Successivamente ho visto la direttrice della fotografia portarsi le mani al ventre e cadere. E solo allora mi sono accorto che sanguinavo dalla spalla destra“.

Rust

Rust è un film western ancora in fase di lavorazione. Baldwin è l’attore protagonista del film. La regia, come detto, è affidata a Joel Souza.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 28-10-2021


Denise Pipitone, Anna Corona intercettata: “Lo vuoi sapere cu fu tanno? Io cu Giuseppe”

Covid in Italia: aumentano i nuovi casi e i ricoveri, frenano i vaccini