L’Alfa Romeo sceglie Zhou per il 2022 al posto di Giovinazzi. Dura la reazione del pilota pugliese.

ROMA – Sarà Zhou il compagno di Bottas in Alfa Romeo il prossimo anno. Come annunciato anche dagli stessi vertici della scuderia nei giorni scorsi, il 22enne di Shanghai prende il posto di Antonio Giovinazzi, chiudendo ancora le porte della Formula 1 all’Italia.

La scelta fatta dall’Alfa Romeo non è stata ben accolta dallo stesso pilota pugliese e per questo motivo la reazione sui social da parte di Giovinazzi è stata molto dura.

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Il post social di Giovinazzi

Sui social Antonio Giovinazzi ha commentato in modo molto duro la scelta fatta dall’Alfa. “La Formula 1 è emozione – si legge nel post del pugliese – talento, macchina, rischio e velocità. Ma sa anche essere spietata, quando a dettarne le regole è il denaro“.

Io credo nella sorpresa del risultato inaspettato – ha aggiunto – delle piccole e grandi vittorie raggiunte grazie ai propri mezzi. E se questa è stata la mia prima foto su una Formula 1, l’ultima non è ancora stata scattata“. Un chiaro messaggio da parte di Giovinazzi, pronto e voglioso a ritornare in pista dopo la rottura con l’Alfa Romeo. Difficile una conferma nel 2022, ma per lui si potrebbero riaprire le porte nel 2023.

Antonio Giovinazzi
Antonio Giovinazzi

Il futuro del pilota italiano in Formula E?

Nelle prossime settimane ci saranno maggiori informazioni sul futuro di Giovinazzi. La Ferrari non ha intenzione di privarsi del pilota pugliese e sta prendendo sempre più piede l’ipotesi di partecipare al Mondiale di Formula E nel 2022 per poi sperare di ritornare in Formula 1 l’anno successivo.

Sono in corso tutte le valutazioni del caso e presto si arriverà ad un annuncio ufficiale. Resta sul tavolo anche la possibilità di restare solo in Ferrari come terzo pilota anche se la voglia di correre da parte di Giovinazzi è tanta.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 16-11-2021


Chi è Guanyu Zhou, primo pilota cinese titolare in Formula 1

Nuovo Codice della Strada, le novità per i neopatentati