Dal limite di potenza delle auto ai limiti di velocità, le novità per i neopatentati alla luce del nuovo Codice della Strada.

Con le modifiche al Codice della Strada apportate dal decreto Infrastrutture ci sono novità rilevanti anche per i neopatentati. Andiamo a vedere allora cosa cambia per chi si appresta a prendere la patente alla luce delle nuove regole in vigore ormai dal 10 novembre.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Nuovo Codice della Strada, le novità per i neopatentati: il limite di potenza delle auto

Una delle novità più rilevanti è sicuramente quella relativa al limite di potenza delle auto che i neopatentati possono guidare.

Secondo il Codice della Strada, i neopatentati possono mettersi alla guida di auto che abbiano, provando a semplificare il discorso rispetto alla normativa, un rapporto di massimo 75 cavalli per tonnellata. In altre parole la Potenza Specifica deve essere inferiore o uguale ai 55 kilowatt. Questo limite deve essere rispettato per un anno dal conseguimento della patente di guida.

Con la riforma del Codice della Strada i neopatentati possono guidare autovetture senza limiti di potenza a patto che siano accompagnati con soggetti con la patente da almeno dieci anni e di età non superiore ai 65 anni.

Patente di guida
Patente di guida

I limiti di velocità

Per i primi tre anni dal conseguimento della patente, il limite di velocità è fissato a 90 chilometri orari sulle strade extraurbane principali e di 100 chilometri orari in autostrada.

La durata del foglio rosa

Non si tratta di una novità che interessa propriamente i neopatentati ma piuttosto le persone che si apprestano a prendere la patente. La durata del foglio rosa passa da sei mesi ad un anno. Questo significa che sarà possibile sostenere tre prove di esame e non più due.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 16-11-2021


L’Alfa Romeo sceglie Zhou. Giovinazzi: “F1 crudele quando comanda il denaro”

MotoGP, si pensa già al 2022: ecco tutti i piloti