Alcune delle mascherine Ffp2 in circolazione non garantiscono il livello di protezione che dovrebbero. Alcune non trattengono il respiro.

Scatta l’allarme sulle mascherine Ffp2 non a norma: secondo uno studio condotto da una società internazionale, la maggior parte di queste mascherine in commercio non proteggono come dovrebbero. Alcune non proteggono proprio.

Allarme sulle mascherine Ffp2: alcune non trattengono neanche il respiro

Una serie di test su quelle che dovrebbero essere mascherine Ffp2 hanno dimostrato che molte di quelle in commercio non hanno superato la prova per verificare il filtraggio garantito dalla mascherina. Inoltre alcune di quelle testate si sono rivelate quasi del tutto inutili se non addirittura pericolose in quanto non contengono neanche il respiro.

Perché pericolose? Perché acquistiamo queste mascherine che costano più di quelle chirurgiche convinti di assicurarci una protezione maggiore. Invece rischiano di essere addirittura non protetti o protetti in maniera minima.

I risultati dello studio sono stati condivisi da il Corriere della Sera, che lancia l’allarme su quelle che dovrebbero essere le mascherine più sicure in circolazione. Quelle raccomandate ad esempio quando ci troviamo in un luogo chiuso o quando non è garantita la distanza di sicurezza tra le persone.

Coronavirus
Coronavirus

Il problema legato ai controlli

Il problema sarebbe legato al fatto che i controlli sulle mascherine sono minimi o comunque poco approfonditi. Questo perché molti degli Istituti che dovrebbero procedere con i controlli sono impiegati diversamente alla luce dell’emergenza sanitaria.

Inoltre c’è il caso dell’Inail, che può, in stato di emergenza, avviare le procedure per l’approvvigionamento di dispositivi di protezione prodotti ad esempio in Cina ma che in Europa non sono validi. L’Inail però non è obbligata a procedere con i controlli sui dispositivi di protezione.

TAG:
coronavirus primo piano

ultimo aggiornamento: 28-02-2021


Tragedia nel Casertano, elicottero si schianta durante un atterraggio di emergenza

Papa Francesco: “In Quaresima digiunare dai pettegolezzi e dalle maldicenze”