A distanza di 15 anni dal caso della morte di Meredith Kercher, Amanda Knox e Raffaele Sollecito si sono rivisti a Gubbio.

Amanda Knox si è recata a Perugia insieme a Raffaele Sollecito, a distanza di 15 anni dal caso della morte di Meredith Kercher. I due si sono recati a Gubbio per fare visita alla cittadina “salta” nel novembre del 2007, in seguito alla scoperta della morte di Meredith Kercher.

Sono passati 15 anni dall’omicidio della giovane studentessa americana, ritrovata priva di vita all’interno dell’appartamento che condividevano. Dopo tanti anni, Amanda Knox e Raffaele Sollecito si sono rivisti a Gubbio. Lo ha rivelato Mirror, che ha pubblicato uno scatto dei due mentre sono in posa insieme, “con aria felice e spensierata”.

Precedentemente avevano programmato di visitare Gubbio il 2 novembre del 2007, ma quel giorno, la giovane Meredith Kercher, venne ritrovata priva di vita all’interno di una camera della stessa casa che condivideva con Amanda.

Piazza Perugia

In seguito alla macabra scoperta, soltanto quattro giorni dopo Amanda e Raffaele, rispettivamente di 20 e 23 anni all’epoca, vennero arrestati. Entrambi furono condannati due volte per l’omicidio di Meredith Kercher, per poi essere assolti in via definitiva soltanto del 2015, secondo quanto stabilito dalla Cassazione.

Durante un’intervista esclusiva, alla vigilia del 15esimo anniversario della morte di Meredith Kercher, Raffaele Sollecito ha spiegato di aver sempre mantenuto i rapporti con Amanda Knox, e ha dichiarato d’essere felice di poterla rivedere dopo 10 anni dal loro ultimo incontro, avvenuto negli Stati Uniti.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le dichiarazioni di Sollecito

Raffaele ad oggi è ingegnere di professione, mentre Amanda Knox è diventata scrittrice e conduttrice. Raffaele ha raccontato al Mirror: “Avevamo programmato di andare a Gubbio il giorno in cui è stato trovato il corpo di Meredith. Avevamo programmato quel viaggio perché ovviamente non sapevamo cosa le fosse successo e quel giorno avevamo tempo libero. Questo era il piano prima della scoperta dell’omicidio di Meredith”.

In giugno Amanda “era in giro per Milano e Perugia. È stato così bello. È stato agrodolce tornare indietro perché dovevamo andarci in circostanze così diverse… ma è stato semplicemente bello per noi poter parlare di qualcosa che non era il caso” della morte di Meredith.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 31-10-2022


Ponte crolla con centinaia di persone sopra: almeno 140 morti 

Sciatrice operata per sbaglio: “Non riuscivo a capire nulla”