Amazon Prime rivede il costo dell’abbonamento negli Stati Uniti: ecco quanto costerà l’abbonamento. I prezzi saranno rivisti anche in Italia?

Aumenta il costo dell’abbonamento di Amazon Prime negli Usa. E il timore degli utenti italiani è che presto anche la tariffa europea possa essere ritoccata.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Usa, aumenta il costo dell’abbonamento di Amazon Prime

Partiamo dai numeri, che sono quelli che interessano maggiormente. Il costo dell’abbonamento di Amazon Prime passa da 12,99 a 14,99 dollari, per quanto riguarda il canone mensile. Per quanto riguarda l’iscrizione annuale si passa da 119 a 139 dollari. La nuova tariffa entra in vigore, per i nuovi abbonati, a partire dal 18 febbraio. Per i vecchi abbonati, invece, le nuove tariffe si applicano a partire dal 25 marzo alla data del rinnovo.

Jeff Bezos
Jeff Bezos

I motivi dell’aumento

Quello annunciato dalla società è il primo aumento dal 2018. Il costo dell’abbonamento per gli utenti statunitensi risente soprattutto di due fattori: salari e trasporti. Le spese per la logistica e i rifornimenti sono aumentati anche a causa della nuova fase dell’emergenza sanitaria caratterizzata dalla diffusione della variante Omicron.

C’è poi un terzo fattore alla base dell’aumento dei prezzi. Ossia il servizio offerto ai clienti. Prime ha potenziato e migliorato la sua offerta. E in effetti sono aumentati anche i vantaggi per gli abbonati.

I prezzi aumenteranno anche in Italia?

Resta da capire se i prezzi aumenteranno anche in Italia. Non si esclude che in effetti il costo possa aumentare anche nel nostro Paese. Da una parte il mondo sta uscendo dall’emergenza sanitaria, dall’altra Prime ha effettivamente migliorato il suo servizio. Non si può inoltre sottovalutare l’emergenza energetica con l’aumento dei costi e la corsa del prezzo della benzina.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 06-02-2022


Pensioni, slitta l’incontro tra sindacati e governo

Arriva la nuova Cig,le indicazioni dell’Inps