La grande scommessa di Amazon: negli Usa arrivano i grandi magazzini del colosso di Jeff Bezos. L’indiscrezione del Wall Street Journal.

Amazon punta sull’abbigliamento e sulla tecnologia e prepara l’apertura di grandi magazzini per andare ad occupare un settore di mercato, quello dei negozi fisici, che fino a questo momento aveva tralasciato. Dopo aver rivoluzionato il mondo degli acquisti, il colosso di Jeff Bezos prova a ritagliarsi un posto anche nel mercato tradizionale.

WSJ, Amazon vuole aprire grandi magazzini negli Usa

La notizia è stata rilanciata dal Wall Street Journal, che ha fatto il punto sulla nuova strategia di Amazon. Il colosso sarebbe pronto all’apertura di grandi magazzini (fisici) negli Usa. I primi punti vendita dovrebbero aprire in Ohio e in California. Si tratterebbe di strutture enormi da qualche migliaio di metri quadri.

Cosa vendono i grandi magazzini Amazon

Ma cosa sarà venduto in questi grandi magazzini? Dopo aver aperto negozi per libri e generi alimentari, Amazon punta su abbigliamento e tecnologia. Nei grandi magazzini saranno venduti, molto probabilmente, soprattutto prodotti Amazon. Non dovrebbero mancare però le grandi marche e i grandi marchi.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Amazon
Fonte foto: https://www.facebook.com/amazon.it/

Un’operazione a rischio

Gli esperti ritengono che quella al vaglio dei vertici di Amazon sia un’idea ad alto rischio. Negli Stati Uniti infatti nel corso degli ultimi anni è decisamente calato il fascino dei grandi magazzini, che hanno lasciato il posto agli acquisti online ma anche ad acquisti in negozi fisici più piccoli come outlet e discount. L’idea del colosso degli acquisti online è che dopo il dramma del Covid le persone torneranno ad affollare i negozi fisici. Amazon è un brand affermato, considerato affidabile e che nel corso degli anni si è ritagliato una sua clientela.


Il marchio Lotto diventa americano: Whp Global acquisisce i diritti mondiali del brand

Chip e Covid, il mondo dell’auto in crisi