Andrea Conti ai microfoni de La Gazzetta dello Sport: dal tentativo dell’Inter al ritorno in campo passando per l’infortunio che lo ha bloccato all’inizio dell’avventura con il Milan.

Buone notizie dall’infermeria di Milanello, dove Andrea Conti corre verso il recupero dopo il grave infortunio al legamento crociato che lo ha costretto a un lungo stop. L’ex atalantino, complice la giovane età e le buone doti atletiche e fisiche, sembra destinato a bruciare le tappe e ad anticipare i tempi del rientro.

Ecco quando è previsto il rientro di Andrea Conti

Secondo le ultime informazioni, Andrea Conti potrebbe anticipare il suo rientro in campo, previsto inizialmente per marzo, già a gennaio o a febbraio, con uno o due mesi di anticipo dunque rispetto alle previsioni mediche. L’ultima parola spetterà comunque allo staff sanitario rossonero che darà il via libera al giocatore solo quando saranno escluse le possibilità di una ricaduta che potrebbe compromettere non solo la stagione, ma anche la carriera del giocatore. “Infortunio? I primi quindici giorni molto difficili – ha raccontato Andrea Conti ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. Mi chiedevano riposo, io passavo dal letto al divano, poi la notte non dormivo. Qual è stato il maggiore dolore? I primi tre minuti. C’è stato un passaggio in profondità, io ho provato a intercettarlo e ho avuto la sensazione che il ginocchio uscisse e rientrasse, molto veloce. Rientro in campo? Mi hanno detto che tornerò a marzo ma dipende da come reagirà il ginocchio. Qualche giorno fa ho corricchiato, è stata una liberazione, anche se dopo 5’ non ce la facevo più. Con la palla ancora niente, giusto qualche palleggio“.

Andrea Conti rivela: “La vera alternativa al Milan era l’Inter ma l’interesse del Milan è stato nettamente maggiore”

Ai microfoni de La Gazzetta dello SportAndrea Conti ha svelato un retroscena di mercato legato a questa estate, quando l’Inter ha provato a soffiare il colpo al Milan. Decisiva per il trasferimento in rossonero si è rivelata la volontà del giocatore: “Ero appena arrivato al mare, stavo ritirando i bagagli e mi hanno chiamato: ‘Devi tornare’. Qui ho trovato un grande club con grandissima organizzazione. Altre squadre interessate? Il mio agente mi ha detto qualcosa sul Napoli, con il Chelsea c’è stato qualcosa ma la vera alternativa era l’Inter. L’interesse del Milan è stato nettamente maggiore e ho deciso: mi piaceva l’idea del nuovo ciclo“.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione


Napoli-Milan, Dries Mertens fa meno paura

Andrea Belotti, mercato caldo: al via le trattative per il rinnovo, Milan e Real Madrid alla finestra