Era il 28 giugno del 1952 quando la Freccia del Sud veniva al mondo. Alla scoperta di Pietro Mennea: dalle sue quattro lauree ai record sulle piste di atletica.

ROMA – Tanti auguri Pietro, anche da lassù. Il 28 giugno del 1952 a Barletta nasce la Freccia del Sud. Alla scoperta di Mennea, uno degli uomini più veloci al mondo. “Io sono nero dentro“, così il pugliese ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano dei motivi del suo successo.

Pietro Mennea
fonte foto https://www.facebook.com/pietropmennea/

Pietro Mennea atleta: la carriera del velocista pugliese

Nato il 28 giugno del 1952 a Barletta, Pietro si è avvicinato all’atletica sin da piccolo. Nonostante la resistenza da parte della sua famiglia, Mennea è riuscito nel 1968 ad iniziare la sua carriera professionistica che lo ha portato ad essere il più veloce sia sui 200 metri (19″72), record battuto da Michael Johnson nel 1996, che sui 100 (10″01), primato italiano superato da Filippo Tortu nel 2018. Entrambi i crono sono stati timbrati a Città del Messico.

In carriera ha conquistato 1 oro e due bronzi olimpici, un argento e un bronzo mondiale e tre titoli europei con due argenti e un bronzo.

Dopo la vittoria a Mosca, l’azzurro ha deciso di alternare alla sua carriera da professionista lo studio. La Freccia del Sud ha preso ben quattro lauree: Scienze Politiche, Giurisprudenza, Scienze Motorie e Lettere. Questo gli hanno permesso, al termine della sua avventura di atleta, di esercitare le professioni di avvocato e commercialista oltre che candidarsi ed essere eletto come eurodeputato nella legislatura 1999-2004.

Pietro si è spento il 21 marzo del 2013 all’età di 60 anni in una clinica di Roma per l’aggravarsi di un tumore.

Di seguito il video con il record del mondo nei 200 metri

Pietro Mennea: moglie, figli e vita privata

La vita privata di Pietro Mennea è stata sempre al centro del gossip. Al velocista gli sono stati attribuiti diversi flirt ma ufficialmente è stato sentimentalmente legato con Carlotta, la sua prima fidanzata, e Manuela Olivieri, conosciuta ai tempi dell’università. Con lei si è sposato nel 1996 e i due non hanno avuto figli.

La coppia è stata molto attiva nel sociale. Nel 2006 hanno dato vita alla Fondazione Pietro Mennea, nata per diffondere lo sport e i suoi valori e combattere il doping.

Cinque curiosità su Pietro Mennea

Di seguito cinque notizie curiose su Pietro Mennea

• In passato ha rivelato di essersi sottoposto a due iniezioni dell’ormone della crescita. Ma questa scelta lo portò al ritiro per un rimorso di coscienza: “Ho capito che nella mia vita stavo cercando tutto tranne quello“.

• Il suo personaggio è stato protagonista della miniserie della RAI, Pietro Mennea-La Freccia del Sud. Michele Rondino ha interpretato l’atleta italiano.

• Nel brano Che vita! Samuele Bersani ha citato sia lui che Sara Simeoni.

• Nel 2013 a Pietro Mennea è stato intitolato lo stadio dei Marmi di Roma.

• Fa parte della Hall of Fame della FIDAL.

Di seguito il video con la finale dei 200 metri a Mosca

fonte foto copertina https://www.facebook.com/pietropmennea/

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
atletica cronaca Filippo Tortu Pietro Mennea

ultimo aggiornamento: 28-06-2018


Addio a Joe Jackson, il padre e il manager di Michael

Rassegna stampa di giovedì 28 giugno