Fallimento Mercatone Uno, associazioni: Migliaia di clienti hanno pagato merci che non avranno

Il fallimento della Mercatone Uno continua a far discutere. L’ultimo allarme viene lanciato dalle Associazioni in difesa dei consumatori.

ROMA – “Migliaia di clienti hanno pagato merci che non avranno“. Questo è l’allarme lanciato da Federconsumatori che chiedono maggiore rispetto per i cittadini dopo il fallimento della Mercatone Uno: “Siamo lieti che il governo si sia impegnato a garantire le dovute tutele per i lavoratori coinvolti nel fallimento ma ora è la volta degli italiani“. Con questa nota l’associazione ha avanzato la richiesta di essere accolta al tavolo per partecipare al confronto con la maggioranza.

Non è tollerabile – afferma il presidente – che a rimetterci sia sempre la parte più debole e quindi l’acquirente finale“. Federconsumatori chiede quindi un rimborso di quanto pagato o la consegna delle merce stessa.

Mercatone Uno
Fonte foto: https://www.facebook.com/MercatoneUno

Fallimento Mercatone Uno, l’Unione Nazionale Consumatori: “Le richieste dei clienti fioccano”

Sulla questione è intervenuto anche il presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, Massimo Dona: “Fioccano diverse segnalazioni dei consumatori che non hanno ricevuto la merce ordinata. Nel caso abbiano acquistato un mobile ricorrendo al prestito di una finanziaria, essendoci un adempimento da parte del fornitore, hanno diritto alla risoluzione del contratto di credito. Devono farlo ovviamente rispettando la legge per non finire nella black list dei cattivi pagatori. Ma è evidente che non devono continuare a pagare le rate, anzi devono chiedere il rimborso“.

Anche il Codacons si è espresso sulla vicenda: “Il Governo deve intervenire con urgenza per garantire i diritti dei clienti ed evitare che i consumatori perdano i soldi già versati per l’acquisto dei beni mai ricevuti. Il governo deve istituire un fondo per rimborsare integralmente i cittadini che in caso di un fallimento sono l’ultima ruota del carro. Anche inserendosi tra i creditori sarà quasi impossibile per loro rientrare in possesso delle somme versate“. Una questione, quindi, che continua a tenere banco con il Governo che si prepara a trovare una soluzione.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/MercatoneUno

ultimo aggiornamento: 29-05-2019

X