Come funziona Apple Arcade? Ecco cosa c'è da sapere

Come funziona Apple Arcade? Ecco cosa c’è da sapere

Apple Arcade è il servizio gaming a sottoscrizione di Apple. Rispetto ai concorrenti ha alcune particolarità che vale la pena di scoprire.

Apple Arcade è il nuovo servizio ad abbonamento per videogiochi. Ancora in fase di lancio, a pieno regime offrirà l’accesso a oltre 100 giochi per iPhone, iPad, computer Mac e dispositivi Apple TV. Al momento il prezzo al mese è fissato in 4,99 Euro per tutta la famiglia.

Apple Arcade, si parte su iPhone

Il servizio sarà disponibile inizialmente su iPhone; Gli altri dispositivi (iPad, Mac e Apple TV) arriveranno in seguito, anche in funzione del calendario degli aggiornamenti. Ecco cosa c’è da sapere su questo nuovo servizio.

Apple Arcade offerta giochi

Cos’è Apple Arcade?

Apple Arcade è un servizio in abbonamento mensile che costa 4,99 euro, con un mese di prova gratuita per iniziare a usarlo. Il servizio include diversi titoli esclusivi, oltre ad alcuni giochi che sono disponibili sugli Store dei concorrenti. L’aspetto interessante è che i giochi disponibili su Apple Arcade non saranno disponibili su i dispositivi Apple attraverso lo Store, quindi non sarà possibile giocarli in altra maniera.

Apple dice che aggiungerà nuovi giochi al servizio su base mensile, anche se, è probabile che come in qualsiasi servizio di abbonamento, ci sia una rotazione. In altre parole è possibile che i titoli più datati escano dall’offerta.

Fin qui nulla di particolarmente nuovo. Ma ci sono alcuni aspetti di Apple Arcade che lo rendono piuttosto interessante. Prima di tutto non ci sono pubblicità, (e questo dovrebbe essere normale in un servizio a pagamento), non ci sono limitazioni di gioco, ma soprattutto non serve una connessione a internet per giocare ai giochi scaricati tramite Apple Arcade. La connessione naturalmente servirà per scaricarli e/o aggiornarli.

Apple Arcade offerta giochi

Apple Arcade, una soluzione “vecchia scuola”?

Insomma, non è un servizio di streaming di giochi come PlayStation Now o Google Stadia. Quando ci iscriviamo ad Arcade, possiamo scaricare tutti i giochi che funzionano sul nostro dispositivo e giocarci direttamente da lì. Insomma, ricorda più Netflix o Amazon Prime su dispositivi mobili, con la possibilità di scaricare le cose per usarle anche quando non siamo connessi.

Un altro aspetto interessante è che Apple ha dichiarato che nessuno dei giochi presenti in Arcade prevederà microtransazioni o altri meccanismi economici tipici dei giochi free-to-play. Insomma, una soluzione più simile ai videogiochi tradizionali, e che strizza decisamente l’occhio alle famiglie, bloccando sul nascere le possibilità di acquisti folli da parte dei più giovani.

Apple Arcade vale il suo costo?

Questo senza dubbio dipende dalle nostre abitudini di gioco. Ma se consideriamo che al prezzo di un titolo di prima fascia all’anno possiamo dare accesso a numerosi giochi a tutta la famiglia, per di più senza i rischi legati alle microtransazioni, senza dubbio questo prodotto Apple merita almeno un’attenta valutazione.

In più, l’abbonamento si può attivare e disattivare ogni volta che si vuole, il che lo rende ancora più interessante in particolare in occasione di viaggi o spostamenti. In questo caso infatti avere a disposizione 100 giochi completamente offline lo rende senza dubbio una validissima opzione.

Apple Arcade Multipiattaforma

Inoltre l’abbonamento prevede la possibilità di condividerlo in famiglia, fino a sei persone. l’unica condizione in questo caso è quella di avere impostato questa possibilità quando ci siamo iscritti. E va detto che questa possibilità lo rende decisamente interessante, anche dal punto di vista economico.

Quando arriverà Apple Arcade?

Apple Arcade è già disponibile su iPhone con l’uscita di iOS 13 avvenuta il 19 settembre 2019. Il 24 settembre, il servizio verrà lanciato su iPad come parte dell’aggiornamento di iPadOS 13, e su Apple TV via tvOS 13. Apple Arcade arriverà anche sui computer, con l’uscita di macOS Catalina.

Ottime notizie inoltre per i fan di Apple “a tutto tondo”: infatti il sistema prevede la completa permeabilità fra dispositivi. Per esempio sarà possibile lasciare una partita su Apple TV e riprenderla dallo stesso punto su iPhone, e lo stesso vale per tutti i dispositivi compatibili.

ultimo aggiornamento: 23-09-2019

X