Arianna Varone morta, la giovane centrocampista aveva 21 anni

Tragedia nel calcio femminile, è morta in un incidente la 21enne Arianna Varone

Il calcio femminile piange Arianna Varone, giovane centrocampista morta all’età di 21 anni in un incidente.

CERRO AL LAMBRO – Il mondo del calcio femminile piange Arianna Varone, morta a soli 21 anni. La giovane era a bordo del suo motorino a San Martino Siccomario quando si è andata a scontrare contro un camion sbattendo violentemente la testa.

Uno scontro che è stato fatale per la centrocampista. La morte i soccorritori l’hanno accertata sul posto con gli inquirenti che stanno effettuando tutti gli accertamenti del caso per ricostruire meglio la dinamica dell’incidente. Forse un urto leggero con un’auto prima di finire contro il mezzo pesante. Saranno i rilievi a verificare meglio quanto accaduto con il mondo del calcio femminile che piange uno dei talenti di questo movimento.

Chi era Arianna Varone

Arianna Varone è cresciuta nell’Inter e poi si è trasferita al Milan. La prima esperienza tra i professionisti è avvenuta con la Riozzese. Il passaggio alla squadra lombarda è avvenuto nel 2017 e nell’ultima stagione è stata tra le protagoniste. Il suo contributo è stato fondamentale anche per vincere la Coppa Italia di Serie C nel 2019.

Una centrocampista di grinta e dai piedi buoni e all’occorrenza infaticabile recupera palloni. Le si è paragonata sempre a Gennaro Gattuso e Andres Iniesta, due giocatori completamente diversi tra loro anche se leggende del calcio.

Ambulanza
Ambulanza

Calcio femminile in lutto

Un lutto che ha colpito il calcio femminile. “Piangiamo – si legge nel messaggio della Figc – la prematura scomparsa di una giovanissima ragazza. Lascerà un vuoto incolmabile nella vita delle persone che le volevamo bene e che hanno avuto la fortuna di starle accanto. Ciao Arianna“.

Un destino crudele per la giovanissima con un incidente che ha spezzato il suo sogno di indossare la maglia azzurra. E siamo sicuro che alla ripresa il calcio femminile la omaggerà su quel terreno di gioco che era la sua passione oltre che il lavoro.

ultimo aggiornamento: 24-06-2020

X