Aggressione ragazzi del Cinema America: tre arresti

Ragazzi del Cinema America aggrediti: arrestati tre esponenti di estrema destra

Tre esponenti di estrema destra arrestati per l’aggressione ai ragazzi del Cinema America. Tra i fermati anche il coordinatore romano di Blocco Studentesco.

ROMA – Tre esponenti di estrema destra arrestati per l’aggressione ai ragazzi del Cinema America nella notte tra il 15 e il 16 giugno 2019. Le indagini condotte dalla Digos ha portato a identificare i responsabili di questo episodio e tra questi c’è anche Mario Ciurleo, coordinatore romano di Blocco Studentesco e organizzatore giovanile di CasaPound. In manette anche Matteo Vargiu e Stefano Borgese. L’accusa è di violenza privata e lesioni aggravate.

La ricostruzione della vicenda

L’aggressione è avvenuta nella notte tra il 15 e il 16 giugno 2019 con i ragazzi del Cinema America che sono stati aggrediti perché ritenuti antifascista. “Levate subito quella maglia – avevano detto i tre arrestati alle vittime – e vattene da qua”. Dopo queste parole è scattata l’aggressione con una prima bottigliata in faccia a Valerio Colantoni e poi è toccato a David Habib.

Secondo gli inquirenti il pestaggio potrebbe essere stato pianifico. Forse i quattro ragazzi erano stati seguiti prima di essere aggrediti. E si sono salvati dagli estremisti di estrema destra soltanto correndo dentro al Pronto Soccorso del Nuovo Regina Margherita.

Polizia
Fonte foto: https://www.facebook.com/poliziadistato.it

L’ordinanza dell’arresto

Il Gip ha convalidato il fermo dei tre ragazzi. “I soggetti – si legge nell’ordinanza citato da La Repubblicasono già noti per la loro militanza nelle file del movimento di estrema destra CasaPound e per essersi resi giù in passato responsabili di analoghe azioni“.

Sul ruolo di Ciurleo il magistrato ha precisato: “Risulta aver partecipato a varie manifestazioni di piazza indette da CasaPound attestandosi nella frangia giovanile del Blocco studentesco. E’ stato in passato indagato per vari reati tra cui la violenza privata, il danneggiamento, invasioni di edifici, la resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali ed è stato sottoposto a misure cautelari non detentive e tratto in arresto il 6 ottobre 2016 durante uno sgombero“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/poliziadistato.it

ultimo aggiornamento: 07-10-2019

X