Arrestato gambiano a Milano: ecco i motivi del fermo

Milano, ancora paura in metro: gambiano tira freno di emergenza e picchia capostazione

Arrestato un 22enne gambiano a Milano. Il giovane ha prima tirato il freno di emergenza e poi picchiato un capostazione a San Donato.

MILANO – Ritorna la paura in metro. Nella mattinata di lunedì 2 dicembre 2019 la polizia ha arrestato un 22enne gambiano a Milano per aver dato in escandescenza alla fermata di San Donato. Il giovane prima ha tirato il freno di emergenza del mezzo, poi si è scagliato contro il capostazione e infine con una spranga ha spaccato tutti i mezzi parcheggiati.

Per fermare questa furia, al momento senza un motivo particolare, gli agenti hanno dovuto utilizzare il taser. Le condizioni dell’arrestato sono buone e nelle prossime ore sarà interrogato per capire cosa lo ha portato ad aggredire le persone e danneggiare il deposito ATM.

Paura in metro a Milano

Erano le 10:40 quando in metro a Milano è ritornata la paura. Un gambiano, a bordo di un convoglio, ha tirato il freno di emergenza nei pressi di San Donato e poi si è scagliato contro il capostazione. Per fermare la sua furia i poliziotti hanno dovuto usare il taser.

Durante la colluttazione uno degli agenti è rimasto lievemente ferito con un pezzo di metallo ma le sue condizioni non sono preoccupanti. Nessuna conseguenza fisica neanche per il gambiano come precisato dalla Procura. Le accuse sono di resistenza e danneggiamento aggravato.

Polizia italiana
Polizia italiana

Nessun problema per i passeggeri

Il gesto del 22enne fortunatamente non ha portato nessuna conseguenza per i passeggeri che erano a bordo del convoglio. Attimi di paura per tutti i presenti visto che in passato ci sono stati altri episodi simili con un bilancio molto più grave.

Il Comune è al lavoro per rendere più sicura la metropolitana ma non sarà semplice visto che la presenza dei freni di emergenza potrebbero portare ad altre azioni simili.

ultimo aggiornamento: 03-12-2019

X