La Serie A non riparte: ascolti crollati e passioni diverse per i Millenials

La Serie A non riparte: ascolti in calo, passioni diverse per i Millenials

Ascolti crollati per la Serie A. Il post-Covid sembra aver diminuito l’interesse verso il calcio degli italiani.

ROMA – Ascolti crollati per la Serie A. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, la ripartenza non è stata quella prevista da parte della Figc con numeri molto più bassi rispetto a quelli preventivati. Le partite disputate non riescono ad entrare nella top te della classifica con le due sfide tra Inter e Juventus che hanno registrato uno share intorno al 5%.

Problemi registrati anche per i programmi di commento. Mediaset si è vista costretta a cancellare TikiTaka per fare spazio a Pressing Serie A in onda su Italia 1 e non su Rete 4. Dati bassi anche per la Domenica Sportiva mentre sono leggermente risaliti i numeri degli highlights. E questo significa che gli italiani preferiscono guardare le azioni salienti più che assistere all’intera sfida.

Il ‘caso’ Millenials

I numeri in calo sembrano essere legati anche ad un interesse diverso da parte dei Millenials. Secondo quanto riportato da Dagospia, i tifosi diminuiscono con il 77% rispetto al 92% del 2001.

Dati che confermano come il calcio non sembra attirare più essere in grado di attirare l’interesse dei giovani. Con le serie televisive che stanno prendendo sempre più piede nel nostro Paese.

Serie A
Serie A

Il calcio cambia?

Dati che preoccupano con la Figc che potrebbe studiare dei cambiamenti per cercare di rendere il campionato più avvincente. La speranza da parte di tutti è quella nei prossimi anni di far ritornare la Serie A ai livelli dei primi anni 2000 quando i campionati erano in bilico fino all’ultima giornata.

Una lotta che ormai non s vede da tempo con la Juventus che domina da quasi un decennio. Una superiorità che ha portato un interesse minore da parte dei giovani che sembrano preferire le serie televisive ad una partita di calcio. E il rischio di un crollo ulteriore è molto alto.

ultimo aggiornamento: 17-07-2020

X