Siria – Attacco chimico a Duma, è strage di civili

Siria –  Circa cento morti nella cittadina di Duma, a est di Damasco. Si sospetta un attacco chimico del governo siriano che avrebbe colpito una della ultime roccaforti dei miliziani.

SIRIA – Si macchia ancora del sangue degli innocenti la Siria, teatro di un attacco chimico nella città di Duma che, stando ai numeri comunicati dalle Ong, ha causato la morte di almeno cento persone. Tra le vittime ci sono anche donne e bambini.

Sospetto attacco chimico a Duma, cento morti

I media locali e internazionali parlano di un sospetto attacco chimico attribuito al governo siriano che avrebbe colpito la cittadina di Duma, situata a est di Damasco.

Proprio Duma rappresenta una delle ultime roccaforti dei miliziani impegnati nella loro lotta contro il regime.

Secondo quanto riportato dall’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), il bilancio delle vittime potrebbe aggravarsi a causa delle condizioni critiche in cui si trovano molte persone ricoverate con sintomi di soffocamento ed evidenti difficoltà respiratorie.

Attacco a Duma, Papa Francesco: “Non si possono giustificare gli strumenti di sterminio”

Anche Papa Francesco ha voluto commentare le notizie provenienti dalla Siria condannando duramente il ricorso alla violenza e l’uso di armi di sterminio: “Giungono dalla Siria notizia terribili con decine di vittime, di cui molte donne e bambini, forse per effetto dell’uso di armi chimiche.

Preghiamo per tutti i defunti per le famiglie che soffrono. Non c’è una guerra buona e una guerra cattiva e niente può giustificare l’uso di tali strumenti di sterminio contro persone e popolazioni inermi – ha aggiunto il pontefice. Preghiamo perché i responsabili politici e militari scelgano un’altra via: quella del negoziato, la sola che può portare una pace che non sia quella della morte e della distruzione“.

Papa Francesco (fonte foto https://twitter.com/Avvenire_NEI)

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 09-04-2018

Nicolò Olia

X