Allarme alla tenuta presidenziale di Castelporziano: attentato incendiario e fiamme nella residenza estiva del Presidente della Repubblica.

Allarme alla tenuta presidenziale di Castelporziano, la riserva naturale e residenza estiva del Presidente della Repubblica: intorno alle 6 mattina del 17 agosto, alcune persone hanno condotto un attentato incendiario gettando inneschi oltre il muro di cinta appiccando un principio di incendio in una zona dall’inestimabile valore naturalistico.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella

Attentato incendiario alla tenuta presidenziale di Castelporziano

Fortunatamente alcuni cittadini che hanno visto il fumo e le fiamme hanno immediatamente lanciato l’allarme contattando i vigili del fuoco, intervenuti in pochi minuti, limitando i danni. Secondo le prime informazioni hanno preso fuoco alcuni arbusti e una parte di macchia mediterranea. Fortunatamente si registrano solo danni limitati.

Vigili del Fuoco
Vigili del Fuoco

La nota di Mattarella sul sito del Quirinale: il ringraziamento alle persone che hanno lanciato l’allarme

Con una nota pubblicata sul sito del Quirinale, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto ringraziare i cittadini che hanno prontamente dato l’allarme e ha voluto condannare gli atti di criminalità “che colpiscono la comunità civile“.

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ribadito la sua condanna per gli atti di criminalità che colpiscono la comunità civile e ha ringraziato i cittadini che hanno segnalato l’incendio e le squadre di soccorso dei vigili del fuoco che grazie al loro intervento tempestivo hanno evitato gravissime conseguenze di un incendio che ha interessato alcuni alberi e una piccola porzione di macchia mediterranea e arbusti della Tenuta Presidenziale di Castelporziano“, si legge nella nota sul sito del Quirinale.


Quanto è costata la guerra in Afghanistan

I Talebani: “Le donne lavoreranno fianco a fianco con noi. Non minacceremo alcun Paese”