Gli Usa sono il Paese che hanno speso di più nel corso degli ultimi 20 anni: quanto è costata la guerra in Afghanistan.

La guerra in Afghanistan è durata 20 anni. Venti lunghi anni durante i quali è cambiato tutto per non cambiare nulla. Il terrorismo non è mai stato sconfitto, come dimostrano gli attentati che si sono verificati in Occidente tra il 2001 e il 2021. Gli Usa non hanno vissuto un secondo 11 settembre, è vero, ma da qui a dire che hanno vinto la guerra ce ne passa. La guerra ventennale l’hanno persa in un mese. Nell’ultimo mese. Da quando è iniziato il ritiro delle truppe. I talebani hanno riconquistato i territori persi e sono arrivati a Kabul sostanzialmente senza incontrare resistenza. Rendendo vani quasi tutti gli sforzi compiuti negli ultimi 20 anni. Ma quanto è costata la guerra in Afghanistan?

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Esercito italiano
Esercito italiano

Quanto è costata la guerra in Afghanistan

A fare i conti ci ha pensato il Sole 24 Ore, che ha fatto una stima dei soldi spesi dai Paesi che hanno preso parte alla campagna afghana.

Agli Stati Uniti, secondo le previsioni, i venti anni di guerra sarebbero costati mille miliardi circa. Gli Usa sono il Paese che in questi venti anni hanno speso di più nel corso di questa guerra.

Al secondo posto troviamo il Regno Unito, che ha speso una cifra vicina ai trenta miliardi. Chiude il podio la Germania, che ha speso una cifra vicina ai 19 miliardi di dollari.

Congresso Usa
Congresso Usa

Quanto ha speso l’Italia nel corso della guerra

Secondo i dati Milex, l’Italia avrebbe speso una cifra vicina ai nove miliardi di euro. Di questi 8,7 miliardi, 840 milioni sono relativi a contributi versati alle Forze Armate afghane, cadute sostanzialmente senza combattere contro i talebani che in un mese circa hanno raggiunto Kabul.

I 20 anni complessivi di presenza italiana nel Paese asiatico hanno comportato l’esborso di 8,7 miliardi di euro dei quali ben 840 milioni relativi a contributi diretti alle Forze Armate afghane. Le stesse forze governative che nelle settimane immediatamente susseguenti al ritiro dei contingenti internazionali hanno subito pesanti sconfitte negli scontri con i talebani, ormai giunti alla vigilia della riconquista della gran parte del Paese (al momento risultano sotto il controllo governativo solo Kabul e alcune altre grandi città)“, si legge su Milex.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 17-08-2021


In 640 sul C-17 americano: il salvataggio record in Afghanistan

Attentato alla tenuta presidenziale di Castelporziano, Mattarella: “Grazie ai cittadini che hanno dato l’allarme”