Per quanto riguarda l’A4, l’Audi propone solo versioni con tecnologia mild hybrid. Prosegue la corsa verso la conversione green.

L’Audi prosegue la sua corsa verso l’elettrico e rivoluziona la sua A4, che diventerà solo mild hybrid. Di fatto con la nuova versione la casa automobilistica supera la motorizzazione tradizionale.

Audi, l’A4 è mild hybrid

La nuova versione dell’A4 è in versione diesel 3.0 Tdi da 286 Cavalli con tecnologia Mhev a 48 Volt, quindi elettrificata.

Tutti i propulsori del modello sono elettrificate con sistema da 12 o 48 Volt. Si tratta di fatto di una elettrificazione dell’intera gamma A4, un tassello importantissimo verso la rivoluzione green che vede l’Audi in prima linea verso la conversione.

Per ulteriori informazioni consultare il sito dell’Audi.

Audi
fonte foto https://www.facebook.com/Audi.AG

L’accesso ai bonus e agli sgravi fiscali

Il processo, inoltre, ha anche un beneficio nell’immediato. L’elettrificazione dei modelli infatti permette agli acquirenti di poter richiedere i bonus e gli incentivi dedicati all’acquisto di auto poco inquinanti. Un vantaggio per la casa automobilistica e per i clienti. Non solo gli automobilisti green possono contare anche su sconti sulle strisce blu.

Si tratta di una strategia potenzialmente vincente, con l’Audi che si propone di cavalcare l’onda lunga degli incentivi per far risalire le vendite dopo i mesi duri dell’emergenza coronavirus.

Va detto che ad ottobre, dopo mesi positivi, il mercato dell’auto è tornato a soffrire in termini di immatricolazioni.

La rivoluzione green e il piano di conversione della casa automobilistica ‘dei cerchi’

Secondo i piani della casa automobilistica, entro il prossimo 2025 l’Audi dovrebbe procedere con la produzione di trenta modelli ad elevata elettrificazione. A queste si aggiungono almeno una variante ibrida per ogni serie.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Audi Audi A4 motori

ultimo aggiornamento: 11-11-2020


F1, il calendario provvisorio della prossima stagione

L’aviazione rischia una catastrofe occupazionale senza precedenti