L’audizione della Banca di Italia sulla nota di Aggiornamento al Def: “Valutiamo che resti valida la proiezione di luglio”.

In occasione dell’audizione sulla nota di aggiornamento al Def, la Banca d’Italia traccia il quadro generale circa la situazione economica in Italia confermando una caduta del Pil intorno al 9,5%.

Audizione Banca d’Italia sulla nota di aggiornamento al Def. “Valutiamo che resti valida la proiezione di luglio”

Nel complesso, considerando anche la revisione al ribasso della stima del secondo trimestre effettuata dall’Istat, valutiamo che resti valida la proiezione che abbiamo pubblicato in luglio, che indicava una caduta del Pil attorno al 9,5 per cento“, è la posizione espressa dalla Banca d’Italia come riportato dall’ANSA in occasione dell’audizione sulla nota di aggiornamento al Def.

Uno dei punti critici, evidenziano da Bankitalia, è rappresentato dal clima di profonda incertezza che inevitabilmente frena i consumi e spinge gli italiani a risparmiare. Questo in un momento storico nel quale, per il rilancio dell’economia, servirebbero investimenti.

Per quanto riguarda la Nota di aggiornamento del Def Bankitalia parla di stime coerenti.

Soldi euro
Soldi euro

Investimenti tempestivi ed efficaci

Per quanto riguarda gli investimenti, la Banca d’Italia evidenzia che la sola erogazione di denaro non è garanzia di successo. Il denaro deve essere investito in modo corretto ed efficace. Bankitalia suggerisce di prestare grande attenzione alla fase 2, ossia a quella delle realizzazione dei progetti finanziati. Questo per evitare rallentamenti, passaggi oscuri e altri ostacoli che renderebbero l’investimento, per quanto ingente, sostanzialmente inutile.

“L’entità dell’effetto macroeconomico delle misure programmate dipenderà, oltre che dalle risorse mobilitate e dalla ripartizione fra le voci del bilancio, anche dai tempi di attuazione dei progetti e dalla loro efficacia nel sostenere il potenziale di crescita”.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
banca d'italia economia NaDef

ultimo aggiornamento: 12-10-2020


Inps, la quarantena non è (automaticamente) malattia. Le regole

Il Premio Nobel per l’Economia a Milgrom e Wilson