Christine Lagarde in audizione al Parlamento Ue: “La crescita dell’inflazione dovrebbe terminare il prossimo anno”.

FRANCOFORTE (GERMANIA) – Audizione al Parlamento Ue per Christine Lagarde. La presidente della Bce, riportata dal Corriere della Sera, ha confermato che “la crescita dell’inflazione ci sarà anche in questo autunno, ma per noi sono aumenti abbastanza temporanei. L’impatto dei fattori che ha portato all’incremento dei prezzi dovrebbe sparire nel corso del prossimo anno“.

In questo momento – ha aggiunto – escludiamo la possibilità di un rialzo dei tassi nel 2023 anche perché per un ritocco è necessario rispettare le condizioni che abbiamo deciso nella nuova strategia“.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Lagarde: “La crescita economica è sempre più avanzata”

La presidente della Bce si è soffermato anche sulla crescita economica: “Nel secondo trimestre c’è stato un rimbalzo del 2,2%, più di quanto previsto e prevediamo che la forte crescita continui anche in questa seconda parte dell’anno arrivando a superare i livelli pre-pandemia entro la fine del 2021“.

Nonostante i dati positivi, “le prospettive di crescita restano incerte e fortemente dipendenti sull’evoluzione del coronavirus, ma i rischi sono stanzialmente equilibrati. Sicuramente nel periodo più difficili c’è stata una grande spinta da parte del Pepp“.

Christine Lagarde BCE
Christine Lagarde

Evergrande e il caso Unicredit/Mps

Christine Lagarde ha parlato anche del caso di Evergrande: “La diretta esposizione della nostra area è davvero limitata. Però la crisi per l’economia cinese sarà determinata dalla gestione da parte delle autorità locali e solo nelle prossime settimane si potrà capire se si avranno effetti anche in altre parti del mondo“.

Un passaggio anche sul caso Unicredit/Mps: “Preferisco non commentare un singolo caso, ma voglio dire che ci sono molti movimenti in Europa su base nazionale“. La presidente della Bce ha inoltre ricordato che per avere una unione politica e monetaria bisogna completare l’unione del mercati e dei capitali e per questo c’è bisogno istituzioni forti che agiscano su base transfrontaliera.

ultimo aggiornamento: 27-09-2021


Vertice Draghi-sindacati a Palazzo Chigi. “C’è intesa”

Aumenta la capienza per cinema, teatri e stadi: cosa cambia