Tragedia in Australia, surfista di 46 anni aggredito da uno squalo. L’uomo è morto a causa di una grave ferita alla gamba. Chiuse le spiagge.

Australia, tragedia sulla Gold Coast, dopo un uomo di 46 anni è stato aggredito e ucciso da uno squalo bianco. Il 46enne è stato soccorso in acqua dai surfisti ma è morto a causa di una grave ferita alla gamba.

Australia, 46enne aggredito da uno squalo: l’uomo è morto per una grave ferita alla gamba

La tragedia si è consumata nella giornata dell’8 settembre sulla Gold Coast, in Australia. La vittima è un surfista di 46 anni, aggredito da uno squalo bianco. Gli altri surfisti che si trovavano in acqua o sulla spiaggia sono intervenuti per soccorrerlo, ma il 46enne è deceduto a causa di una grave ferita alla gamba.

Iniziata la caccia allo squalo, chiuse le spiagge

La notizia è stata confermata dalle autorità che hanno chiuso le spiagge e hanno avviato le operazioni di ricerca dell’animale, che secondo i media locali raggiungerebbe la lunghezza di tre metri circa.

Nelle ricerche dello squalo sono impegnate moto d’acqua ed elicotteri. Le autorità hanno comunicato che le spiagge non riapriranno fino a quando non sarà individuata la posizione dello squalo. O comunque fino a quando non si avrà la certezza che l’animale è a distanza dalla costa.

Resta da capire come lo squalo sia riuscito a superare le protezioni installate in acqua in prossimità della spiaggia allo scopo di evitare che gli squali si avvicinino ai bagnanti.

Stando a quanto riferito dalla BBC, si tratta della prima morte causata da uno squalo nella Gold Coast dal 1958.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Australia cronaca squalo bianco

ultimo aggiornamento: 09-09-2020


Caso Palamara, si dimette un altro consigliere del Csm

Papa Francesco: “Dalla pandemia si esce migliori se si cerca il bene comune”