Paura in Francia, auto contro moschea: nessun ferito

Paura in Francia, auto contro moschea

Auto contro moschea in Francia. Le autorità transalpine hanno fermato un uomo. Non chiaro i motivi di questo attentato.

COLMAR (FRANCIA) – Auto contro moschea in Francia nella serata di sabato 21 settembre 2019. Secondo quanto riferito dai media transalpini, un uomo con la sua Citroen C4 si è lanciato contro il centro di culto di Colmar. Nessun ferito tra i civili mentre l’attentatore è stato medicato sul posto e poi portato in ospedale per effettuare alcuni controlli.

L’uomo è stato ascoltato dagli inquirenti che al momento non lasciano trapelare nessuna indiscrezione. I media parlano di un atto da parte di uno squilibrato ma l’allerta terrorismo resta molto alta. Nelle prossime ore si effettueranno gli accertamenti per verificare possibili contatti con ambienti miliziani.

Auto contro moschea in Francia, indagini in corso

L’attentato è avvenuto nella serata odierna. L’uomo – secondo quanto riportato da Le Parisien – a bordo della sua auto si è schiantato volontariamente contro una moschea. Fortunatamente nessuna persona è rimasta ferita, escluso l’attentatore che ha riportato una profonda ferita sul collo.

Le autorità transalpine hanno interrogato il fermato ma al momento non è trapelata nessuna indiscrezione. Si pensa ad un gesto di uno squilibrato ma fino a quando non si ha la certezza si preferisce mantenere il massimo riserbo visto che in Francia l’allarme terrorismo è sempre molto alto.

Polizia Francia
fonte foto https://www.facebook.com/PoliceNationale

Ritorna l’incubo terrorismo in auto

L’attacco odierno a Colmar ha fatto ritornare l’allarme terrorismo in Francia. Il Paese transalpino continua ad essere uno dei principali obiettivi da parte dei terroristi che nei prossimi mesi potrebbero colpire ancora una volta.

L’attentato contro la moschea sembra essere un gesto di uno squilibrato anche se fino a questo momento le autorità non hanno rivelato l’identità della persona. Fortunatamente non ci sono stati feriti con l’aggressore trasportato in ospedale per una grave ferita al collo.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/PoliceNationale

ultimo aggiornamento: 22-09-2019

X