Le auto più affidabili, i marchi e i modelli. La classifica J.D. Power e i primi dati su Tesla, che non rientra nella classifica.

La classifica di J.D. Power fornisce una panoramica affidabile e attendibile su quelle che sono le auto più affidabili. Si tratta di un’analisi annuale.

Le auto più affidabili: i marchi

Non sorprende che nella classifica delle auto più affidabili ci siano molte tedesche. Bmw, Audi e Mercedes sono considerate come marchi sicuri ed affidabili. Le macchine di queste case automobilistiche sono di lunga durata e difficilmente ti lasciano per strada. Scalano la classifica anche le case automobilistiche coreane e giapponesi.

Lexus

La Lexus si piazza al primo posto della prestigiosa classifica sull’affidabilità generale. Si tratta di una conferma per la casa automobilistica, sul gradino più alto del podio per nove volte negli ultimi dieci anni.

Porsche

Al secondo posto troviamo la Porsche. Siamo di fronte ad un marchio di riferimento per gli amanti delle auto sportive e con considerevoli disponibilità economiche.

Kia

Sul gradino più basso del podio troviamo la Kia, che anche dal punto di vista dell’affidabilità è riuscita a raggiungere e superare le concorrenti tedesche. Proprio la Kia in un solo anno ha fatto un considerevole passo in avanti per quanto riguarda l’affidabilità.

Colori auto
Colori auto

Il modello più affidabile

Il modello più affidabile in assoluto è la Porsche 911, fiore all’occhiello della casa automobilistica. È la seconda volta in tre anni che l’auto si piazza sul gradino più alto del podio. Una garanzia.

Tra le compatte la Volkswagen Beetle si piazza la primo posto, mentre tra le auto di medie dimensioni ad avere la meglio è la Kia Optima.

La Tesla è affidabile?

L’analisi pubblicata nel 2021 per la prima volta prende in considerazione anche la Tesla, che però non entra in classifica. Il marchio ha fatto registrare un punteggio 176 PP100, ossia 176 problemi per 100 veicoli. Numeri che metterebbero il marchio tra le ultime posizioni della classifica.


F1, pole (e muro) per Charles Leclerc a Monaco

Superbike, Gara-1 di Aragon a Rea. Sul podio Lowes e Razgatlioglu