Mai più Milano. Dal Viminale arriva la stretta sui conducenti degli autobus

Autobus incendiato a Milano, la risposta del Viminale. Diramata una circolare in cui si chiede di intensificare i controlli sui conducenti dei mezzi pubblici.

Episodi come quello di Milano non devono più verificarsi. È chiaro il messaggio lanciato da Matteo Salvini, che già nelle ore successive all’arresto del sequestratore e dirottatore che aveva preso in ostaggio una cinquantina di giovani aveva annunciato una serie di misure per aumentare i controlli e abbassare il rischio di una possibile strage.

Autobus incendiato a Milano, la circolare del Viminale ai prefetti

E non si è fatta attendere la prima mossa ufficiale del Viminale, che ha mandato una nota a tutti i prefetti.

Matteo Salvini
fonte foto https://www.facebook.com/salviniofficial/

La circolare invita le autorità locali ad aumentare i controlli per le persone che lavorano a stretto contatto con il pubblico. Nel caso di un autista di un autobus si tratta di un uomo che ha tra le proprie mani le vite di decine di persone.

Controlli più stringenti per i conducenti di mezzi che trasportano le persone

Il documento diramato, stando a quanto appreso, dovrebbe essere incentrato sulla figura degli autisti. L’invito del Ministero degli Interni è quello di applicare le nuove norme per il rilascio e il rinnovo delle licenze per i conducenti di mezzi che trasportano persone.

Il Viminale ha inoltre invitato le forze dell’ordine italiane ad aumentare i controlli per intercettare preventivamente persone potenzialmente pericolose, come potenzialmente pericoloso era il conducente del bus di Milano che aveva sulle spalle il ritiro della patente per guida in stato di ebrezza e una denuncia per violenze sessuali.

ultimo aggiornamento: 22-03-2019

X