Roma, al Bambin Gesù separate due gemelle siamesi unite dalla nuca. È il primo caso in Italia.

Operazione destinata a rimanere alla storia al Bambino Gesù di Roma, dove sono state separate due gemelle siamesi unite dalla nuca. Si tratta del primo caso in Italia.

Roma, al Bambin Gesù separate due gemelle siamesi unite dalla nuca

Si è trattato di un intervento particolarmente complesso. Le due gemelline erano unite dalla nuca e avevano cranio e parte del sistema venoso in comune.

L’intervento ha necessitato di un anno di preparazione e sono stati necessari tre interventi. La separazione è avvenuta nella giornata del 5 giugno. A distanza di un mese le condizioni delle due bambine sono buone.

Medico Ospedale

La storia di un miracolo della medicina

Ulteriori informazioni sono state fornite in occasione della conferenza stampa organizzata dal Bambino Gesù.

Le bambine hanno appena due anni e vengono dall’Africa Centrale. Sono arrivate a Roma appena nate, nel 2018. Si tratta di un caso di gemelli siamesi craniopagi totali, unite a livello cranico e cerebrale ma distinti per quanto riguarda la personalità.

Lavorano all’operazione decine di professionisti e il lavoro preparatorio è stato lungo e meticoloso.

La parte più complessa sarebbe stata quella relativa alla rete di vasi sanguigni condivisa. Per limitare i rischi legati all’intervento, si è deciso di procedere con tre fasi allo scopo di creare due sistemi venosi indipendenti e soprattutto in grado di reggere la pressione del sangue che fluisce.

I primi due interventi vengono eseguiti nel 2019, mentre nel mese giugno 2020 si procede con la separazione delle due sorelle.

A distanza di un mese, quando i rischi sono ridotti ma non nulli, le condizioni delle due bambini sono buone.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca evidenza roma Ultima Ora

ultimo aggiornamento: 07-07-2020


Insulti omofobi a un paziente durante l’operazione, sospeso primario

L’App Immuni non decolla, 4 milioni di download