La bambina di 9 anni aveva accusato un malore al centro estivo ed è arrivata al Pronto Soccorso per una ischemia cerebrale legata al Covid.

È stata salvata dai medici una bambina di 9 anni arrivata al Policlino Umberto I di Roma per una ischemia cerebrale causata dal Covid.

Roma, bambina di 9 anni colta da ischemia cerebrale dopo il Covid

L’episodio è avvenuto nella giornata del 17 giugno. La bambina di 9 anni è arrivata al Pronto Soccorso del Policlinico Umberto I di Roma con un attacco ischemico cerebrale causato dal Covid. La bimba ha accusato un malore mentre si trovava al centro estivo: all’improvviso, mentre giocava, ha perso le forze ed è stata colta da un forte senso di stanchezza e sonnolenza. Al momento del suo arrivo al Pronto Soccorso, la piccola non riusciva a parlare. Dall’ospedale fanno sapere che la bambina è stata trattata con farmaci fibrinolitici. Fortunatamente le sue condizioni sono migliorate e ora sono buone. La piccola riesce a parlare e non presenterebbe danni a livello neurologico.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Ambulanza
Ambulanza

La bimba salva grazie ai medici

Una storia che poteva concludersi con un esito infausto che oggi siamo qui a raccontare per sottolineare la professionalità e bravura di medici e operatori sanitari capaci di attivare, secondo i tempi strettissimi dettati dall’emergenza, quella catena di professionalità e competenze che fanno la differenza, e in casi drammatici e improvvisi come questo salvano vite umane. Un’eccezionalità che presso il nostro Policlinico è quotidianità, come confermato anche dal grande lavoro ed impegno che tutti hanno garantito durante la pandemia da Covid“, ha dichiarato Fabrizio d’Alba, direttore generale dell’Umberto I come riferito dall’Adnkronos, commentando la storia a lieto fine.

TAG:
coronavirus

ultimo aggiornamento: 29-06-2021


Catania, terremoto di 3.2 con epicentro a Palagonia

Sassari, bimba di 5 mesi trovata con una busta intorno alla testa: è gravissima