Banca Etruria, Pier Ferdinando Casini difende la Boschi: “Polemiche solo perché in campagna elettorale”

Il presidente della commissione banche, Pier Ferdinando Casini, difende la Boschi: “Non mi scandalizzo perché sono troppo anziano”.

chiudi

Caricamento Player...

ROMA – Dopo le parole di Paolo Gentiloni, Maria Elena Boschi riceve l’appoggio anche di Pier Ferdinando Casini: “Diciamo la verità – dichiara il presidente della commissione banche – se fossimo in campagna elettorale l’impatto della signora Boschi e della sua famiglia sul tema che riguarda centinaia di migliaia di risparmiatori sarebbero del tutto irrilevanti, ma siamo in campagna elettore e si fa polemica politica. Io non mi scandalizzo perché ormai sono vecchio ma questo non riguarda la commissione banche“. Casini continua: “Il governatore della Banca d’Italia è doveroso che venga in commissione. Ghizzoni lo si è voluto inserire proprio per dimostrare che non ci sono zone d’ombra. Però sia chiaro, il tema di Ghizzoni è marginalissimo rispetto alla questione che riguarda la legge istitutiva che ha insediato una commissione su banche e sistema finanziario italiano“.

Andrea Orlando sulla questione Boschi: “Smettiamola di costruire trappole dove cadiamo dentro”

Anche Andrea Orlando parla della questione Maria Elena Boschi lanciando una piccola ‘frecciatina’: “Chiedo al gruppo dirigente di smettere di costruire trappole nelle quali sistematicamente cadiamo dentro“. Da Casini ad Orlando, la questione Etruria tiene banco nella politica italiana.