Bassetti lancia l'allarme per il Covid: "La situazione? Peggio non si poteva pensare"
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Bassetti lancia l’allarme per il Covid: “La situazione? Peggio non si poteva pensare”

Covid

Le ultime analisi dell’ISS sul Covid-19 in Italia: Abruzzo e Marche guidano per incidenza e positività, strategie di prevenzione.

L’ultima settimana ha visto l’Abruzzo emergere come la regione con l’incidenza Covid-19 più alta in Italia, secondo i dati rilasciati dall’Istituto superiore di Sanità (ISS). Contrariamente a comunicazioni iniziali, l’Abruzzo ha superato il Lazio, registrando 222 casi per 100.000 abitanti, a fronte di una media nazionale che si attesta a 94 casi per 100.000. Questa cifra, sebbene rappresenti una diminuzione rispetto alla settimana precedente (101 casi per 100.000), pone in risalto la variabilità regionale del contagio.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Vaccino Covid
Vaccino Covid

La situazione ospedaliera e le preoccupazioni per le festività

Nonostante una leggera riduzione nel numero di nuovi casi (56.504 contagi dal 7 al 13 dicembre), le ospedalizzazioni continuano a preoccupare. L’occupazione dei posti letto in area medica è salita all’11,9%, con un incremento anche nei reparti di terapia intensiva (2,7%). Questo aumento, sebbene non critico, mantiene alta l’attenzione in vista delle imminenti festività natalizie.

Le Marche hanno registrato il tasso di positività più alto a livello nazionale, raggiungendo il 58,2%. Seguono la Provincia autonoma di Bolzano, l’Umbria e l’Emilia Romagna, mentre la Sardegna si conferma come la regione con il tasso di positività più basso, seppur in lieve aumento.

Strategie di prevenzione e vaccinazione

La questione dell’uso delle mascherine negli ospedali rimane a discrezione dei direttori sanitari, come sottolineato dal Direttore della Prevenzione del Ministero della Salute, Francesco Vaia. Nel frattempo, l’accento viene posto sulla vaccinazione, in particolare per gli over 70. Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive del policlinico San Martino di Genova, evidenzia la cruciale importanza del vaccino, paragonando la mancanza di immunizzazione a “andare in moto con il casco slacciato“.

Afferma poi il noto medico: “Dobbiamo correre ai ripari – le affermazioni all’AdnKronos – perché il mese di novembre è stato disastroso, peggio non si poteva pensare che andasse.

La situazione attuale del Covid-19 in Italia è un mosaico di sfide regionali, con Abruzzo e Marche che rappresentano i casi più critici in termini di incidenza e positività. La preoccupazione per le ospedalizzazioni e la necessità di una strategia vaccinale mirata sottolineano l’importanza di un approccio differenziato e attento alle dinamiche locali. In questo contesto, le dichiarazioni di esperti e responsabili sanitari forniscono una guida vitale per navigare tra precauzioni e misure preventive. Con l’obiettivo di mitigare l’impatto del virus e proteggere le comunità più vulnerabili.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 17 Dicembre 2023 11:31

Vittorio Feltri difende Chiara Ferragni: “Non è da compatire ma da ammirare”

nl pixel