Il Bataclan è in vendita. La sala concerti parigina non si è mai ripresa dopo gli attacchi terroristici del novembre 2015.

PARIGI (FRANCIA) – Il Bataclan è in vendita. Secondo alcune indiscrezioni riportate da La Repubblica, il gruppo Lagardère non è in grado di sostenere i costi della sala concerti parigina.

Un crollo strettamente legato all’attentato del 2015 dove morirono 90 persone. Una tragedia che è rimasta impressa nella mente di tutto il mondo. Nonostante la ripresa dell’attività, parte pubblico ha preferito non tornare in quella sala.

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Il Bataclan in vendita

Il gruppo Lagardère sta cercando dei compratori. Una ricerca che, fino a questo momento, non ha dato i risultati sperati. Le trattative proseguono per cercare di arrivare alla fumata bianca in poco tempo e salvare una delle sale concerto più importanti di Parigi.

Una ripresa dell’attività molto lenta per il Bataclan che in questi ultimi mesi ha dovuto fare i conti anche con l’emergenza coronavirus. La sala concerti, infatti, non ha ancora riaperto e difficilmente lo farà prima di settembre ai livelli del pre-lockdown. Il gruppo che ne detiene la maggioranza è pronto a venderlo anche se fino a questo momento le trattative non hanno dato esito sperato. E Parigi rischia di vedere scomparire uno dei simboli della Francia (e non solo).

Bataclan
fonte foto https://www.facebook.com/bataclanFR/

La strage del novembre 2015

La storia del Bataclan è stata sicuramente segnata dall’attentato terroristico del novembre 2015 dove morirono 90 persone. Di quel giorno è rimasta solo una lapide che ricorda le vittime e il murale omaggio di Bansky, recuperato nel Teramano dopo essere stato rubato.

Per il resto la sala concerti è stata completamente ristrutturata con una capienza di oltre mille posti. Una ripartenza molto lenta per l’impianto che nei prossimi mesi dovrà fare i conti anche con le norme restrittive anti-Covid. Un’emergenza sanitaria ed economica che ha portato il gruppo Lagardère a valutare la vendita delle quote di maggioranza.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/bataclanFR/

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 17-06-2020


È libero Carlos Lehder, il ‘cow boy della cocaina’. Fu socio di Pablo Escobar

Conte presenta il ‘Piano italiano per il Rilancio’. Ma dal mondo del lavoro e del commercio scatta l’allarme