L’aumento era già preventivato, soprattutto per mettere un freno alle pressioni della Bundesbank, desiderosa di eseguire prima la misura.

La manovra di rialzo, comunque, è stata superiore rispetto al previsto: dopo ben 11 anni, la Bce, la Banca centrale europea, avrebbe incrementato il tasso di interesse dell’Eurozona, innalzandolo allo 0,5%, anziché allo 0,25 previsto. Questa manovra non rappresenta chiaramente una buona notizia per quei Paesi caratterizzati da un debito alto, come appunto l’Italia. Alla luce di ciò, Francoforte ha annunciato una sorta di scudo anti-spread per proteggere i bilanci maggiormente a rischio. Lo scudo scatterà comunque solo in caso di sconfino dei prezzi sui mercati obbligazionari.

Era già dal 2016 che il tasso d’interesse nell’area Euro era fisso sullo zero, ma ora l’inflazione record dell’Eurozona, salita dell’8,6% a Giugno, rispetto al medesimo mese del 2021, avrebbe cambiato le sorti generali. La presidente della Bce, Christine Lagarde, ha resistito molto alle richieste che arrivavano da più parti, in primis da Berlino, rispetto ad alzare i tassi per rispondere all’inflazione. Di recente, la governatrice francese ha ammesso di aver sottovalutato l’aumento dei prezzi al consumo, e ha provveduto a varare un rialzo maggiore di quanto previsto fino ad ora.

bandiera europea
bandiera europea

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le ripercussioni sulle banche

Una simile decisione, avrà serie ripercussioni sui prestiti delle banche, i cui tassi sono già aumentati negli ultimi mesi e che ora saranno ancora più costosi per famiglie e imprese. Comunque sia, i depositi dei risparmiatori saranno premiati. Per Paesi come Italia e Grecia, sarà più difficile finanziarsi sui mercati. Lo spread, rischia infatti di tornare ai livelli della crisi del debito che spinse l’ex presidente della Bce, Mario Draghi, a varare un maxi programma di acquisto titoli, appena conclusosi.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 21-07-2022


Cia: “Putin malato? No, fin troppo sano”

Morto Luca Serianni, investito sulle strisce a Ostia