Il leader di Forza Italia corteggia gli indecisi e i residuali ad abbracciare il partito azzurro.

Forza Italia resiste, ovviamente sono lontani i numeri di un tempo ma ha conquistato un risultato modesto lontano da eccessi sia negativi che positivi. Si pone come forza moderata al centro dei due alleati che in queste amministrative uno ha registrato un crollo e l’altro ha spiccato il volo. Ma Silvio Berlusconi minimizza queste questioni sulla leadership dicendo che sono la questione meno urgente.

Per lui, “il padre del bipolarismo” come si definisce i sentimenti centristi sono fuoco di paglia a dispetto della crescita di Azione e della sua volontà di creare un centro progressista, terzo polo alternativo alle due grandi coalizioni. “Nonostante i risultati significativi, i centristi non sono riusciti a influenzare la scelta dei sindaci” smonta gli entusiasmi il Cavaliere. Per questo motivo, “lo stesso avverrebbe a livello nazionale” e quindi non si sente minacciato dalla crescente forza centrista che potrebbe attrarre molti moderati azzurri stanchi delle derive sovraniste vicine alla Lega del partito.

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Berlusconi smonta le spinte centriste e le invita nel partito azzurro

Ma non finisce qui. Berlusconi li chiama a sé. “Rivolgo un pressante appello alle forze e agli elettori di centro a venire con noi a rafforzare la componente centrista del centro-destra” dichiara il leader di Forza Italia. E’ sereno l’ex premier perché non si sente minacciato da nessuna forza né altro polo. “La crisi irreversibile del M5S rende la coalizione di sinistra non competitiva in vista delle elezioni politiche del 2023” gela il Cavaliere.

Il fondatore del partito azzurro è convinto della vittoria del centrodestra mostrata dalla vittoria di queste elezioni amministrative, soprattutto nelle grandi città. Non solo i centristi ma anche l’elettorato grillino è invitato da Berlusconi a prendere parte del progetto di Forza Italia. “La scomparsa dei Cinque Stelle ci impegna ad offrire a questi elettori scontenti una risposta altrettanto forte, ma più seria, alla crisi di credibilità della politica”.

Inoltre, Berlusconi dichiara che il suo partito è essenziale per il centrodestra perché sa rivolgersi ai moderati e elettori di centro. “Per governare il Paese, le idee e il linguaggio dei liberali, dei cattolici, degli europeisti, dei garantisti, rappresentati da Forza Italia, saranno assolutamente essenziali“.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 15-06-2022


Nella Lega spingono per abbandonare l’esecutivo

Letta sui grillini: “Come arrivano all’anno prossimo?”