Biglia, pista arenata. Il Milan sonda Krychowiak e Badelj

Le richieste di Lotito per il centrocampista argentino sono sempre elevate. Biglia resta l’obbiettivo numero uno del Milan che però valuta le alternative.

chiudi

Caricamento Player...

La trattativa per il trasferimento di Lucas Biglia al Milan sembrava ben avviata, con il giocatore e il club rossonero d’accordo sulla base contrattuale. Il classe ’86, infatti, non ha intenzione di rinnovare il contratto con la Lazio in scadenza tra un anno. Nonostante ciò, il patron biancoceleste Lotito continua a chiedere un cifra considerata molto alta per i dirigenti di via Aldo Rossi. Il presidente laziale vuole non meno di 20 milioni in unica soluzione e senza contropartite tecniche per lasciar partire Biglia. Il Milan, dal canto suo, non è disposto a andare oltre una valutazione inferiore ai 15 milioni per un giocatore dal sicuro valore e affidamento ma che è in scadenza è che a breve spegnerà 32 candeline. La Gazzetta Sportiva oggi in edicola sottolinea la distanza tra le parti. Tuttavia, non incolmabile.

Le alternative a Biglia

In ogni caso, il Milan non vuole farsi trovare impreparato. E così, tiene sempre sotto attenzione l’evoluzione della situazione di due centrocampisti. Il piano B dei rossoneri risponde al nome di Grzegorz Krychowiak, mediano difensivo in forza al Psg. Il polacco è un classe ’90 e piace per la sua duttilità tattica che gli consente di arretrare anche in difesa. Dopo una stagione non esaltante a Parigi, la soluzione del prestito con diritto di riscatto sui 20 milioni sarebbe ideale. L’altro nome accostato ai rossoneri non è una novità, in quanto si tratta di un pupillo di Montella: si tratta di Milan Badelj. Il Nazionale croato è una via di mezzo tra Biglia e Krychowiak, sapendo sia impostare che interdire. Badelj è anch’egli in scadenza a giugno 2018 e la Fiorentina potrebbe aprire alla cessione per monetizzare onde evitare lo svincolo. Con circa 7 milioni si può concludere l’affare.