Block Shaft: cos’è, come funziona e quanto costa

Il Block Shaft è un sistema di antifurto meccanico. Viene prodotto da un’azienda pugliese in diverse versioni, da quella meccanica a quella satellitare.

Tra gli equipaggiamenti in dotazione alle auto di ultima generazione figurano numerosi sistemi antifurto, come ad esempio l’Immobilizer con transponder. Un altro dei dispositivi più diffusi è il Block Shaft; in commercio ne esistono diverse versioni, ma – in generale – si tratta di un “antifurto meccanico per auto che ne impedisce la direzionalità, attraverso un bloccasterzo supplementare blindato azionato da una chiave impossibile da contraffare dotata di impugnatura flessibile“, come si legge sul sito www.blockshaft.it.

Il dispositivo viene prodotto dalla Block Shaft s.r.l., un’azienda italiana – con sede a Monopoli, in provincia di Bari – nata nel 1995 e specializzata nella produzione di dispositivi di sicurezza; oltre all’antifurto Block Shaft per auto, il Gruppo produce il Gate Lock Van e l’Xvan (due tipi di serrature per i veicoli commerciali) e il Gatelock per serrande.

Il Block Shaft meccanico

L’antifurto Block Shaft è costituito da un dispositivo meccanico che, come detto, quando attivato blocca lo sterzo impedendo la direzionalità dell’auto. In sostanza, quando l’antifurto è in azione, è impossibile sterzare. Il corpo meccanico che attua il bloccaggio viene installato sull’apparato di trasmissione dello sterzo. Ciò non comporta alcuna modifica meccanica o funzionale all’apparato originale presente sul veicolo.

Dal punto di vista strettamente tecnico, il Block Shaft “si compone di un cannotto saldato sulla parte statorica del piantone e di un lucchetto che scorre al suo interno fino ad impegnarsi in un’asola ricavata su una boccola solidale all’albero del medesimo piantone” come si legge sul sito ufficiale del costruttore. Il dispositivo viene attivato mediante una serratura speciale denominata Netoma che viene azionata mediante una chiave dalla speciale filettatura. Quando si compra un auto equipaggiata con il Block Shaft, al cliente vengono fornite tre chiavi; al momento dell’acquisto, il consumatore deve verificare il corretto funzionamento di ciascuna chiave. Tale operazione deve essere ripetuta ad ogni passaggio di proprietario della vettura. Le chiavi hanno un design caratteristico che prevede un’impugnatura flessibile di plastica – per evitare che la chiave stessa possa trasformarsi in un corpo contundente – e uno speciale cilindro di sicurezza, brevettato e certificato dall’Istituto Giordano.

Il Block Shaft viene istallato su richiesta. Alcune aziende offrono il prezzo dell’articolo e dell’istallazione nel prezzo di vendita dell’auto, altre invece richiedono un sovrapprezzo. In ogni caso, il montaggio del dispositivo non intacca la garanzia dell’auto che viene offerta dalla casa madre, ma soltanto quella della colonna dello sterzo, ossia il corpo meccanico su cui viene istallato l’antifurto. In tal caso, l’azienda – a partire dalla data di istallazione – offre la garanzia per il corretto funzionamento dell’antifurto e ‘copre’ il restante periodo di garanzia del piantone dello sterzo stabilita dal manuale d’uso del costruttore.

Block Shaft
Fonte immagine: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1047773928617740&set=pb.100001554288347.-2207520000.1532327481.&type=3&theater

Gli altri modelli di Block Shaft

Il Block Shaft 2 è una versione automatica e più sofisticata dell’antifurto meccanico. Oltre alle componenti presenti nella versione ‘base’, questa evoluzione del dispositivo aggiunge alle parti meccaniche istallate nel piantone anche un apparato elettronico. Oltre al cannotto saldato sotto il piantone dello sterzo, il sistema sfrutta una centralina elettrica per azionare un avvisatore acustico e luminoso.

Brevettato nel 2016, il Block Shaft Fusion – come si può intuire già dal nome – è una combinazione dell’antifurto classico con la variante automatica. Il sistema presenta le stesse garanzie di sicurezza del Block Shaft Classico ma ha una compatibilità limitata soltanto ad alcuni marchi automobilistici. L’unica vera differenza è che la versione Fusion si applica esternamente al piantone di sterzo, conservando l’impianto con la centralina elettrica e l’avviso acustico. Il sito dell’azienda offre la possibilità – consultando la sezione apposita – di controllare su quali brand sia possibile effettuare l’istallazione.

Per verificare se un certo modello di auto è compatibile, è necessario utilizzare il catalogo presente sul sito dell’azienda. Il tool di consultazione si compone di due menu a tendina; a sinistra si sceglie il marchio, a destra il modello. Se nel secondo menu non compare un determinato modello di gamma, vuol dire che esso non è compatibile. Infatti, per alcuni brand come Aston Martin, Cadillac e Aixam, compare un solo modello di auto.

Il Block Shaft Satellitare sfrutta la combinazione tra antifurto meccanico e allarme satellitare. Il doppio sistema viene attivato tramite la chiave. Sulla vettura viene montata un’unità satellitare di dimensioni molto piccole, dotata di antenne integrate, che avvisa la Centrale Operativa in caso rilevi una delle seguenti azioni:

  • sollevamento e traino. La tecnologia Motion Sensor utilizza l’accelerometro integrato per rilevare movimenti non autorizzati;
  • manomissione del cavo che collega l’antifurto alla periferica satellitare;
  • attacco al piantone dello sterzo;
  • distacco della batteria;
  • taglio dei cavi di collegamento della periferica satellitare;
  • accensione quadro con mancato disinserimento del Block Shaft dopo più di 30 secondi;
  • blocco remoto del motore comandato direttamente dalla Centrale Operativa.

Prezzo Block Shaft e centri di distribuzione

Come detto, esistono diversi tipi di Block Shaft. La versione ‘classica’, ovvero quella con funzionamento meccanico costa 320 euro (Cod. 2) oppure 400 euro (Cod. 3). Il Block Shaft Automatico, invece, costa 380 euro (Cod. 2) o 480 euro (Cod. 2): allo stesso prezzo è possibile acquistare anche il Block Shaft Fusion.

Il Block Shaft Satellitare (BS2 & Sat), invece, è disponibile in tre versioni: LIFE (con servizi satellitari inclusi) al costo di 960 euro, TIME (con servizi satellitari annuali) che costa 380 euro e ANTI-JAMMER (disponibile in entrambi i canoni) al prezzo di 1.090 euro.

Per quanto concerne il pacchetto ‘TIME’, i servizi di assistenza satellitare sono di durata annuale mentre la periferica satellitare è in omaggio. Al costo di 380 euro, che comprende IVA e istallazione, vanno aggiunti 19 euro per l’istruzione della pratica. Il canone LIFE offre i servizi di assistenza della Centrale Operativa a vita; è inoltre possibile includere nella formula del contratto l’applicazione Infonet, mediante la quale localizzare la propria vettura.

La rete di distributori di Block Shaft si estende su tutto il territorio nazionale ma si concentra prevalentemente al Sud. La regione che ne ospita di più è la Puglia: Gioia del Colle, Bari, Ostuni, Taranto, Altamura, Molfetta, Lecce e Foggia. Gli altri centri si trovano a Cosenza, Campobasso, Napoli, Castellammare di Stabia, Reggio Calabria, Condera, Roma (ve ne sono due), Catania, Palermo, Prato, Trieste, Villagrande Strisaili, Varese e Torino.

Fonte immagine: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1091400200921779&set=pb.100001554288347.-2207520000.1532327474.&type=3&theater

Fonte immagine: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1047773928617740&set=pb.100001554288347.-2207520000.1532327481.&type=3&theater

ultimo aggiornamento: 23-07-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X