Il Tribunale elettorale supremo della Bolivia ha deciso che il 3 maggio 2020 si ritornerà al voto per le elezioni presidenziali.

LA PAZ – La Bolivia ritornerà al voto il prossimo 3 maggio. Lo ha reso noto il vice presidente del Tribunale elettorale supremo, Oscar Hassenteufel.

Tempi e modalità delle elezioni

Così, a oltre sei mesi di distanza dal contestato voto che ha scatenato la rivolta sociale nel Paese ed ha portato alle dimissioni di Evo Morales, la Bolivia proverà a superare la grave crisi istituzionale dando nuovamente la parola ai cittadini. Se si renderà necessario il turno di ballottaggio, questi si celebrerà sei settimane dopo il 3 maggio. L’insediamento del nuovo presidente avverrà il 6 agosto, giorno nazionale della Bolivia.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Bolivia, Evo Morales
https://it.wikipedia.org/wiki/Evo_Morales#/media/File:Evo_Morales_Ayma.jpg

Bolivia, niente veto al Mas

L’altra importante decisione presa dal tribunale elettorale è che non esiste una legge che imponga di vietare al Mas (Movimento al Socialismo) la partecipazione alle elezioni. Di fatto, sono state respinte le richieste individuali di esclusione del partito di Morales, accusato di frode elettorale.

Primi sondaggi

Il primo grande sondaggio elettorale, condotto recentemente dal canale televisivo Unitel, ha valutato un eventuale candidato del MAS, che non è ancora noto, intorno al 20,7%. L’attuale presidente del paese, Jeanine Áñez, ha ottenuto il 15,6% e Carlos Mesa, lo sfidante di Morales alle ultime consultazioni, con il 13,8%. Luis Fernando Camacho e Marco Pumari, i due leader del “movimento civico” che ha condotto le proteste contro l’ex presidente, immediatamente a seguire. In questo scenario, appare molto probabile che la Bolivia deciderà tutto al secondo turno.

ultimo aggiornamento: 04-01-2020


Teheran risponde agli Usa: “Comprino le bare per i soldati”. Qaani il successore di Soleimani

Maggioranza sempre più debole ma Conte non ha dubbi: il governo non rischia, nessuno vuole il voto