Festini con droga e baby prostitute nella Bologna ‘da bene’, sei indagati. Ex candidato della Lega agli arresti domiciliari. Le indagini degli inquirenti.

Sono sei le persone sul registro degli indagati che devono rispondere a vario titolo delle accuse di induzione alla prostituzione e reati collegati alle sostanze stupefacenti per festini nei quali girava droga e ai quali prendevano parte baby prostitute.

Bologna, festini con droga e baby prostitute: le indagini

Quello che emerge dalle indagini è uno scenario per certi versi drammatico. Gli inquirenti hanno puntato i riflettori su una serie di festini ai quali prendevano parte anche baby prostitute. Secondo gli investigatori si tratterebbe anche di ragazze non ancora maggiorenni. Inoltre nei festini in questione giravano sostante stupefacenti.

L’ipotesi degli inquirenti è che ragazze minorenni siano state assoldate per prestazioni sessuali in cambio di droga.

Le indagini sono scattate dopo la denuncia della madre di una delle ragazze, che avrebbe visionato alcuni video presenti sul cellulare della figlia e avrebbe deciso di rivolgersi alle forze dell’Ordine. Nel video in questione, secondo quanto riferito da Bologna Today, la donna avrebbe visto sua figlia fare sesso con uomini più grandi di lei.

Carabinieri
Carabinieri

Gli indagati

Sono coinvolti nell’indagine personaggi di spicco della Bologna da bene. Si tratterebbe di un avvocato, un agente immobiliare e un candidato della Lega che si era presentato con la Borgonzoni in occasione delle ultime elezioni regionali. Stando a quanto riferito da la Repubblica si tratterebbe di Luca Cavazza, che si trova ai domiciliari.

Scarica QUI il Decreto Agosto.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
bologna cronaca evidenza News

ultimo aggiornamento: 02-09-2020


Cambogia, morto il torturatore che operò per il regime dei Khmer rossi. Fu condannato per crimini contro l’umanità

Sea Watch in viaggio verso Palermo. Salvini: “Denuncio il Governo”