E’ stata assolta l’ex infermiera di Lugo, a processo per la morte di due pazienti in corsia.

BOLOGNA – La Corte d’assise di Bologna ha ritenuto non colpevole Daniela Poggiali, ex infermiera di Lugo a processo per la morte di due persone, Rosa Calderoni, 78 anni, e Massimo Montanari, 94 anni.

L’ex infermiera era stata condannato all’ergastolo per la morte della settantottenne e a trent’anni per la morte del novantaquattrenne. Nel primo caso l’ergastolo era stato riformato in appello (due volte) e poi si è passati per la Cassazione, che ha disposto l’annullamento.

Con la sentenza del 25 ottobre si procede con l’assoluzione in quanto il fatto non sussiste.

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Bologna, assolta l’ex infermiera di Lugo

La Corte di assise di Appello di Bologna ha assolto l’infermiera in quanto il fatto non sussiste. L’assoluzione nell’appello ter è per la morte di Rosa Calderoni e Massimo Montanari. La prima è morta nel 2014, il secondo nel marzo del 2014. Per la morte della 78enne l’infermiera era stata condannata all’ergastolo, mentre per la morte del 94 anni la donna era stata condannata a 30 anni. Le condanne erano state annullate in Cassazione.

giustizia aula tribunali
giustizia aula tribunali

Disposta la scarcerazione per l’ex infermiera

I giudici hanno disposto anche la scarcerazione dell’ex infermiera, che torna libera dopo un lungo percorso processuale sicuramente difficile anche dal punto di vista psicologico ed emotivo.

“Sono felice – sono state le prime parole della donna – non poteva che andare così”. “Da domani mi godo la mia famiglia”, ha aggiunto la donna subito dopo la lettura della sentenza.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 25-10-2021


Nuovo lutto nel cinema, è morto James Michael Tyler

Coronavirus, la Cina pronta a vaccinare i bambini dai 3 agli 11 anni