Il 2021 è stato un anno positivo per la borsa valori: nonostante uno scenario a dir poco complesso, la crescita dell’intero sistema ha portato diverse novità positive, soprattutto per quanto riguarda gli investitori del mercato azionario.

Mancano poche settimane all’arrivo del 2021 ed è già ora di guardare al futuro: grazie alle loro previsioni, gli analisti sono già in grado di indicare quali sono gli asset su cui puntare nei prossimi mesi.

In linea di massima si può dire che c’è ancora tanto ottimismo, ma c’è anche maggiore cautela. La ripresa economica che è in atto è molto irregolare, ma è anche molto forte: per questo ci si aspetta un ulteriore rinforzo dei mercati nei prossimi mesi, ma poi si andrà verso una normalizzazione, con una riduzione del potenziale di crescita. Le opportunità però non mancheranno: cerchiamo di capire i mercati più interessanti ed i passi da compiere per investire in borsa.

uomo affari investimenti rendita borsa azioni

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Come investire in borsa valori

Negli ultimi mesi tantissime persone si sono avvicinate al mondo dei mercati finanziari. Per iniziare ad operare in autonomia è però necessario studiare e capire come funziona la borsa valori, in modo poi da scegliere gli asset migliori su cui puntare ed attuare le strategie di investimento più idonee. La borsa è un mercato regolamentato che permette l’incontro di domanda e offerta di diversi strumenti finanziari, dalle azioni alle valute.

Per investire in borsa valori esistono due strade possibili: al tradizionale metodo che prevede l’acquisto dei titoli tramite una banca o una SIM, con costi elevati e tempistiche lunghe, si è affiancato il trading online. Questo moderno metodo consente di negoziare gli strumenti finanziari derivati che hanno come sottostante i vari asset su cui si intende puntare, con la possibilità di investire sia al rialzo che al ribasso. Il tutto viene fatto direttamente tramite il proprio PC o smartphone, grazie alle piattaforme di negoziazione dei broker.

Lo scenario attuale ed i possibili sviluppi

Per capire quali sono gli asset da tenere sotto controllo nei prossimi mesi è necessario fare un quadro dello scenario attuale e cercare di capire i suoi possibili sviluppi. Come detto, il primo fattore fondamentale è la forza della crescita economica: lo slancio è ancora importante e potrà durare per qualche mese, prima di rallentare. Secondo aspetto: l’incertezza; il coronavirus purtroppo è ancora un grosso problema e lo spettro di una nuova ondata di contagi frena un po’ gli entusiasmi.

Terzo aspetto: l’inflazione, che corre a ritmi che non si vedevano da almeno trent’anni; le banche centrali prenderanno provvedimenti e dopo le grandi iniezioni di liquidità del recente passato forse arriveranno ad adottare comportamenti decisamente diversi. E poi ci sono altri aspetti, con la Cina (che proprio in questi giorni ha ricominciato a parlare con gli Stati Uniti, anche se è presto per parlare di disgelo) osservata speciale e tanta attesa per il PNRR.

Le previsioni degli analisti: gli asset da seguire con attenzione

I settori da tenere sotto controllo sono parecchi. Iniziamo con gli asset collegati alla Green Transition: il concetto di economia ciroclare dovrà essere al centro delle scelte aziendali nei prossimi anni, visto che l’Europa si è fissata l’obiettivo di raggiungere l’impatto zero sul clima entro l’anno 2050. Può sembrare una data lontanissima, ma non lo è affatto. E rimanendo in Italia, il PNRR dovrebbe fornire aiuti preziosi per le imprese che adotteranno nei loro modelli di business logiche di riciclo e di recupero.

Altra parola chiave è: sostenibilità. Questo significa che bisogna monitorare i titoli legati al mondo delle tecnologie pulite e all’ecodesign. Le recenti difficoltà hanno dimostrato che è sempre più urgente una revisione di quelle che sono le attuali catene di fornitura. La digitalizzazione sta gradualmente trasformando il mondo industriale e non solo: investire nel settore dell’Internet of Things e nella Cyber Security non sarebbe affatto una cattiva idea. Attenzione anche alle materie prime: sono al top da un anno e mezzo e hanno ancora molto da dire, soprattutto i metalli, ed in particolar modo il rame, l’alluminio ed il nichel.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 27-11-2021


Cannabis Light: che cos’è e a cosa serve

Manutenzione degli sci: aumentano le vendite online di prodotti per la sciolinatura