Brumotti aggredito a Milano; l'inviato di Striscia la Notizia ricoverato

Brumotti aggredito a Milano e ricoverato in ospedale

L’inviato di Striscia la Notizia Vittorio Brumotti aggredito a Milano. Necessario il ricovero in ospedale per accertamenti.

Vittorio Brumotti aggredito con un bastone a Milano. L’inviato di Striscia la Notizia stava realizzando un servizio sul commercio di traffico stupefacente nel centro dellacittà quando è stato aggredito con un bastone.

Vittorio Brumotti
Fonte foto: https://www.facebook.com/search/videos

Vittorio Brumotti aggredito a Milano

L’aggressione è avvenuta a Porta Venezia. Brumotti è stato raggiunto e accerchiato da diversi spacciatori.

Sono stato aggredito da un gruppo di spacciatori. Mi hanno colpito al volto in modo violento“, racconta lo stesso Brumotti parlando dell’aggressione.

Il video dell’aggressione ha fatto in pochi minuti il giro della rete. Nel filmato si vede l’inviato a terra dopo essere stato colpito alla testa.

Solidarietà a Vittorio Brumotti, finito in ospedale mentre tentava di documentare lo spaccio a Milano. Sicura che nemmeno questa vigliacca aggressione riuscirà a fermarlo e che come sempre tornerà più in forma di prima. Siamo tutti con te Vittorio.

Pubblicato da Giorgia Meloni su Sabato 23 maggio 2020

Il ricovero in ospedale. L’inviato di Striscia la Notizia assicura: “Sto bene, ho firmato per tornare a casa”

Brumotti è stato immediatamente soccorso e trasportato in ospedale, dove è stato ricoverato. È lo stessi inviato di Striscia la Notizia a tranquillizzare i fan sulle proprie condizioni.

“Cercano di intimidirmi, ma non mi fermeranno […]. Le forze dell’ordine e gli operatori sanitari sono immediatamente intervenuti e mi hanno portato all’ospedale Niguarda. Voglio rassicurare tutti: sto bene e ho firmato per tornare a casa. Hanno provato ancora una volta a intimidirmi, ma anche questa volta non mi fermeranno”.

In un video condiviso sul sito di Striscia la Notizia, Brumotti ha raccontato l’aggressione e ha parlato del ricovero in ospedale. Per Brumotti, sempre in prima linea contro lo spaccio, non è la prima aggressione subita.

ultimo aggiornamento: 24-05-2020

X