Il cadavere di un uomo è stato trovato su un ballatoio a Torino. Indagini in corso per ricostruire meglio quanto successo.

TORINO – E’ giallo a Torino dove è stato trovato un cadavere su un ballatoio nelle prime ore di martedì 8 marzo 2022. Una morte che, almeno fino a questo momento, ha diversi punti da chiarire e per questo motivo gli inquirenti aspettano i risultati dell’autopsia.

Secondo quanto riferito da Torino Oggi, la vittima è un uomo senegalese di 47 anni. Non si hanno, al momento, ulteriori notizie e si preferisce attendere gli approfondimenti medici per avere un quadro sicuramente molto più chiaro di quanto successo.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Giallo a Torino, morto un uomo di 47 anni

Il corpo, come detto, è stato rinvenuto nella giornata di martedì 8 marzo. Sono due le ipotesi al vaglio degli inquirenti. La prima è quella di una morte accidentale. Un boccone rimasto bloccato in gola e una caduta nel chiedere aiuto. In questo caso il decesso sarebbe stato provocato dall’urto della testa con il pavimento.

Gli inquirenti, comunque, preferiscono non escludere neanche la possibilità di un omicidio visto che l’appartamento di fianco è stato ritrovato aperto e messo a soqquadro. Insomma, tutte ipotesi che dovranno essere approfondite nei prossimi giorni.

Carabinieri
Carabinieri

Si attende l’esito dell’autopsia

Per chiarire meglio l’accaduto si preferisce attendere l’esito dell’autopsia. Solo gli approfondimenti medici potranno accertare cosa sia successo realmente e di conseguenza le cause del decesso. In attesa gli inquirenti sono al lavoro per capire se c’è un collegamento con la casa di fianco svaligiata oppure si tratta di una cosa completamente diversa. Toccherà, come detto, agli investigatori provare a dare una spiegazione a quanto successo a questo 47enne di origini nigeriane.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 08-03-2022


Ucraina, Zelensky: “Possibile compromesso su Donbass e Crimea”

Bombardato corridoio umanitario a Sumy e Mariupol