Come calcolare velocemente l’ammontare del proprio assegno NASpI

I calcoli per determinare l’ammontare dell’assegno di disoccupazione non sono semplici: il calcolatore NASpI permette di eseguirli rapidamente e senza errori.

Green Pass e Super Green Pass, tutte le regole dal 10 gennaio

Chi ha diritto al NASpI

La Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASpI) è un’indennità mensile che lo Stato assicura a tutti quei lavoratori dipendenti che abbiano perso il lavoro contro la propria volontà.

Rientrano in questa categoria anche coloro che hanno rifiutato di spostarsi in sedi aziendali lontane dal proprio domicilio, le donne che hanno dato le dimissioni durante la gestazione, coloro che sono stati indotti a chiedere le dimissioni da atteggiamenti e pressioni di colleghi o superiori e altre categorie.

Non hanno diritto alla NASpI i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato della pubblica amministrazione e gli operai agricoli (assunti a tempo determinato o indeterminato), i lavoratori extracomunitari stagionali, coloro che percepiscono un assegno di invalidità (a cui rinuncerebbero scegliendo di usufruire della NASpI) e i lavoratori che hanno raggiunto i requisiti per il pensionamento anticipato.

Una situazione particolare è quella dei lavoratori dipendenti che, avendo perso il lavoro, decidano di diventare lavoratori autonomi o che intendano sottoscrivere una quota del capitale sociale di una cooperativa, divenendo lavoratori dipendenti della cooperativa stessa. In questo caso il lavoratore ha diritto a richiedere la liquidazione della NASpI che gli spetta in un’unica soluzione, per far fronte alle esigenze di investimento.

Coloro che hanno diritto alla NASpI devono presentare un’apposita domanda, poiché l’assegno non viene erogato automaticamente a tutti coloro che potrebbero riceverlo. La domanda deve essere inviata per via telematica all’INPS oppure deve essere compilata e inviata telematicamente dai patronati.

L’indennità mensile viene corrisposta sotto forma d’assegno per un massimo di 24 mesi dalla perdita del lavoro.

Il calcolatore NASII messo a disposizione dell’INPS

L’ammontare dell’assegno di disoccupazione si calcola in base al reddito percepito dal lavoratore durante gli ultimi 4 anni in qualità di lavoratore dipendente. Per questo motivo è necessario conservare le proprie buste paga degli ultimi 4 anni, al fine di utilizzarle come eventuali pezze d’appoggio.

Per calcolare la NASpI è necessario calcolare il reddito totale percepito negli ultimi 4 anni, quindi dividerlo per il numero di settimane lavorative che sono state svolte nello stesso periodo. Il risultato va moltiplicato per il coefficiente di 4,33 e si ottiene in questo modo l’importo dell’assegno mensile che si percepirà.

Se durante gli ultimi 4 anni la retribuzione del lavoratore sarà stata superiore a 1195 Euro al mese, alla somma percepita si dovrà sommare anche la quarta parte della differenza tra il reddito medio percepito mensilmente e il minimo di 1195 Euro.

Per velocizzare l’intero calcolo ed essere certi di non commettere errori è possibile utilizzare il software per il calcolo NASpI messo a disposizione da Stai Sereno.
certificato_unicasim

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per seguire News Mondo su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 08-06-2017


Abusi bancari: a chi rivolgersi?

Come estinguere il mutuo e quale tipo di estinzione scegliere