Tra terza dose e no vax, la campagna di vaccinazione contro il Covid entra nella fase cruciale. Figliuolo ottimista in vista della fine del mese di settembre.

Procede la campagna di vaccinazione in Italia, dove in migliaia hanno già ricevuto la terza dose. Le somministrazioni sono iniziate a regime nella giornata del 20 settembre. Ma l’Italia viaggia a due velocità. Se da una parte molti sembrano aver superato i dubbi sulle terza dose, dall’altra milioni di persone ancora non hanno ricevuto neanche la prima dose di vaccino. La speranza del governo è che la nuova stretta sul Green Pass in vigore da ottobre possa sfoltire la schiera di no vax, ma uno zoccolo duro resterà.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Covid, in Italia migliaia di persone hanno già ricevuto la terza dose di vaccino

Partiamo dalle buone notizie per quanto riguarda la campagna di vaccinazione. La somministrazione della terza dose è iniziata senza particolari criticità. Sono stati contattati e vaccinati gli immunocompromessi, quindi trapiantati, malati oncologici e le altre categorie indicate dal Ministero della Salute.

È un passo avanti importante per dare protezione a chi ha un sistema immunitario più debole“, ha dichiarato il ministro della Salute Roberto Speranza parlando della terza dose.

Roberto Speranza
Roberto Speranza

Figliuolo: “I vaccini ci sono, tutti i presidenti di Regione sono pronti”

I vaccini ci sono, tutti i presidenti di Regione sono pronti anche per partire con la terza dose per i residenti delle Rsa, gli over 80 e per il personale sanitario: questo non appena il Cts ci darà il via libera“, ha dichiarato il commissario Figliuolo come riportato dall’Ansa.

Gli scienziati ci daranno indicazioni su come procedere. Ma è prevedibile che si seguirà uno schema identico a quello che ci ha consentito di preservare al meglio chi più ne ha bisogno“, ha aggiunto Figliuolo come riferito dal CorSera.

Il Commissario ci mette la faccia e non si tira indietro, ma è evidente che la strada da seguire la debbano tracciare le autorità sanitarie. Al momento i dati non giustificano la somministrazione della terza dose del vaccino a persone sane e non particolarmente esposte al virus. Il vaccino resta efficace anche a distanza di mesi. Sostanzialmente gli studi avvengono in tempo reale.

Francesco Paolo Figliuolo
Francesco Paolo Figliuolo

I numeri della campagna di vaccinazione in Italia

Per quanto riguarda la campagna di vaccinazione, il traguardo resta quello indicato dal primo momento: l’ottanta per cento di vaccinati con doppia dose entro la fine del mese di settembre. I numeri dicono che la sfida è difficile ma non impossibile, anche per la decisione del governo di estendere il Green Pass di fatto a quasi tutti i lavoratori. “Sono soddisfatto perché abbiamo già 41 milioni di immunizzati, pari a circa il 76% degli over 12. È un bel risultato, e abbiamo visto anche un incremento delle prenotazioni. Se continua il trend dell’ultima settimana, a metà ottobre potremmo vedere l’82% di persone completamente vaccinate e una percentuale superiore di prime somministrazioni“, insiste Figliuolo ai microfoni de il Corriere della Sera.

Di seguito i numeri della campagna di vaccinazione in Italia alla mattina del 21 settembre.

Totale vaccini distribuiti: 93.258.671
Totale somministrazioni: 82.670.260
Persone che hanno completato il ciclo vaccinale: 41.182.725

Somministrazioni over 80 anni: 8.422.274
Somministrazioni 70-79 anni: 10.575.272
Somministrazioni 60-69 anni: 12.399.299
Somministrazioni 50-59 anni: 14.921.808
Somministrazioni 40-49 anni: 12.687.487
Somministrazioni 30-39 anni: 9.422.938
Somministrazioni 20-29 anni: 8.899.857
Somministrazioni 12-19 anni: 5.341.325

coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 21-09-2021


Chiede al cliente di indossare la mascherina, 20enne ucciso con un colpo di pistola alla testa

La Corte europea dei diritti umani: La Russia è responsabile dell’assassinio di Litvinenko