Caos Libia, i sospetti di Salvini sulla Francia: Non vorrei ci fossero interessi economici

Caos in Libia, i dubbi di Matteo Salvini sulla Francia: Se avesse bloccato un’iniziativa europea per portare la Pace, se fosse vero, non starò a guardare.

Caos Libia, stoccata di Matteo Salvini alla Francia. Il ministro dell’Interno italiano, parlando degli scontri che stanno infiammando il territorio libico, ha dichiarato di volere approfondire il ruolo del governo francese per escludere che dietro al caos possano esserci interessi economici.

I dubbi di Salvini sulla Francia

Non un attacco diretto insomma, ma sollevare il sospetto evidenzia un possibile accusa che non ha fatto sicuramente piacere al governo di Parigi che solo pochi mesi fa aveva creato un caso diplomatico ritirando il proprio ambasciatore a Roma proprio in seguito ad alcune dichiarazioni dei vicepremier italiani sul presunto colonialismo francese.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Caos in Libia, Matteo Salvini: Se ci fossero interessi economici dietro al caos in Libia non starò a guardare

Se ci fossero interessi economici dietro al caos in Libia, se la Francia avesse bloccato un’iniziativa europea per portare la Pace, se fosse vero, non starò a guardare. Anche perché le conseguenze le pagherebbero gli italiani“, ha dichiarato Matteo Salvini ai microfoni di Rtl 102.5.

“Stiamo approfondendo, ci sono delle evidenze, purtroppo. Qualcuno ha dubbi che l’intervento contro Gheddafi di qualche anno fa animato da Sarkozy fosse un intervento umanitario e non un intervento per interessi economici e commerciali di qualche paese europeo? Non vorrei che stessimo rivedendo lo stesso film e poi a pagarne le conseguenze fossero gli italiani, solo che adesso c’è un’Italia che alza la testa, c’è un Governo che reagisce”.

ultimo aggiornamento: 12-04-2019

X