Pochi sanno che le playlist di Spotity si possono gestire anche grazie all’utilizzo di cartelle per organizzarle meglio. Ecco come fare.

Spotify è una delle più famose app per la musica in streaming, probabilmente la più famosa. Parte del successo è dovuta anche alle Playlist, Spotify è stato il primo servizio, per esempio, a permetterne la condivisione.
Oggi la app vanta un’enorme collezione di canzoni e podcast ed include anche un numero incredibile di playlist che vengono create quotidianamente dagli utenti in base alle proprie preferenze.

Molte delle playlist di Spotify vengono realizzate o dagli artisti, magari per dare una serie di suggerimenti agli ascoltatori dell’album, o vengono realizzate da entità apposite in modo da aiutare l’ascoltatore in un processo di scoperta musicale. In sostanza le playlist di Spotify sono da considerarsi come universalmente utili.

Se abbiamo un mucchio di playlist che ascoltiamo e vogliamo organizzarle con diversi criteri, allora, possiamo approfittare delle diverse opzioni che Spotify fornisce per la gestione di tali materiali.

Vediamo insieme una guida completa su come questo genere di cosa è possibile.

Come creare una cartella playlist Spotify

Nota bene: per poter creare una cartella playlist di Spotify è necessario avere l’applicazione desktop o utilizzare la web app di Spotify. Non è possibile eseguire questo genere di attività attraverso l’applicazione mobile di Spotify.

Per cominciare apriamo l’applicazione desktop di Spotify o la web app e facciamo clic con il tasto destro del mouse su una qualsiasi delle playlist che abbiamo nel pannello di sinistra.

Dal menu a discesa che comparirà facciamo clic sulla voce crea cartella, in questo modo faremo comparire sempre nella medesima colonna una cartella che potrà contenere le nostre playlist. A questo punto facciamoci sopra clic con il tasto destro del mouse e scegliamo rinomina per poter cambiare il nome della cartella.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

A questo punto, attraverso il più classico dei drag & drop, possiamo trascinare le nostre playlist all’interno della cartella. Così facendo le includeremo all’interno di un contenitore pulendo la lista delle nostre playlist.

Facendo clic sulla piccola freccia a destra del nome della cartella apriremo la lista delle playlist li presenti. In questo modo potremo selezionare manualmente la playlist da aprire ed ascoltare.

A questo punto potremo iniziare a creare cartelle dentro altre cartelle, al fine di creare l’alberatura che desideriamo per le nostre playlist di spotify.

È bene sapere una cosa: se cancelliamo una cartella allora anche le playlist contenute al suo interno verranno cancellate. Prima di eliminare la cartella in questione assicuriamoci di trascinare fuori tutte le playlist che ci interessano perché non esistono metodi diretti per recuperarle.

Per cancellare una cartella di Spotify dovremo semplicemente fare clic su di essa con il tasto destro del mouse e selezionare elimina.

Come accedere alla cartelle di  playlist di Spotify da cellulare

Abbiamo già visto che non è possibile creare una cartella per le playlist dall’applicazione per smartphone di Spotify. Per nostra fortuna, nonostante questo problema, dall’applicazione è comunque possibile usufruire delle cartelle per la separazione delle playlist.

Dall’applicazione per smartphone le cartelle non risultano modificabili: non è quindi possibile aggiungere o rimuovere playlist, ne rinominare o cancellare la cartella.

Fonte foto copertina: unsplash.com/photos/ubnfuIP_w7I


Come salvare un percorso su Google Maps

Come convertire i file Word in CSV senza strumenti esterni