Emergenza coronavirus in Lombardia, Fontana contro il governo: “Se lo Stato non c’è garantiamo noi. Noi parliamo con i fatti”.

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana riaccende la polemica con il governo annunciando di aver disposto l’anticipo della Cassa integrazione. Una decisione necessaria a fronte dei ritardi da parte delle autorità nazionali.

Attilio Fontana
Db Milano 05/11/2019 – Inaugurazione dell’Anno Accademico del Politecnico di Milano / foto Daniele Buffa/Image nella foto: Attilio Fontana

Coronavirus, Fontana contro il governo: “I lombardi non possono aspettare. Se lo Stato non c’è garantiamo noi. In Lombardia parliamo con i fatti”

“I lombardi non possono aspettare, non sappiamo ancora se e quando arriveranno i soldi del Governo per imprese e lavoratori. Regione Lombardia invece con un accordo con il sistema bancario e i sindacati garantisce le risorse per l’anticipo della cassa integrazione”, ha dichiarato il governatore Fontana in un messaggio su Facebook.

“Entro una settimana, fino a un milione di lombardi potranno chiedere in banca l’assegno. Soldi veri. Se lo Stato non c’è garantiamo noi, in Lombardia parliamo con i fatti”.

Di seguito il link del video condiviso da Attilio Fontana

La crisi politica sullo sfondo dell’emergenza coronavirus

Nelle ultime ore il mondo della politica si sta sgretolando. Dopo un tentativo di collaborazione il governo e le opposizioni sono ai ferri corti. L’attacco di Conte a Salvini e Meloni ha fatto precipitare la situazione, al punto che il leader della Lega ha deciso di sentire telefonicamente il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, chiamato a fare da paciere.

Le tensioni a livello nazionale rischiano di avere ripercussioni anche a livello locale, incrinando i rapporti tra i governatori del Centrodestra e Roma.


Emergenza coroanvirus, l’allarme di Lamorgese, ‘Rischio gravi tensioni sociali e focolai estremisti’

Monti, ‘Mes preparato dal governo Berlusconi-Lega’. Salvini e la Meloni, ‘Noi contrari’