Caso Milan-fideiussioni, parola a Banca Ifis: “Normale amministrazione”

Milan-fideiussioni, Giovanni Bossi: “Sappiamo fare le nostre valutazioni e lo abbiamo fatto”.

A mercato ormai concluso e a operazioni finanziate, l’amministratore delegato di Banca Ifis Giovanni Bossi è intervenuto sul caso Milan-fideiussioni: “In una operazione di questo tipo – ha sottolineato ai microfoni di it.businessinsider.comè centrale prendere rischi in maniera consapevole e noi lo abbiamo fatto. Abbiamo guardato tutta l’operazione e abbiamo deciso che ci stava perfettamente. Per noi si è trattato di normale amministrazione. Abbiamo chiuso in tempi stretti, visto che in questi casi la rapidità premia. Non è stata una cifra enorme e in ogni caso noi da quasi venti anni lavoriamo con le squadre di calcio di serie A e B. E’ un filone di cui ci siamo sempre occupati: ogni anno finanziamo e/o garantiamo fino a sei club e non per 500 mila euro ma per importi ben maggiori. Sappiamo fare le nostre valutazioni e lo abbiamo fatto anche nel caso di Bonucci e Biglia. Il nostro costo del rischio di credito è tra i più bassi del sistema mentre la qualità del credito è tra le più alte. Una passeggiata?  Per noi sì, per il nostro dirigente che le ha firmate ed è interista decisamente meno. Perché non lo hanno fatto le altre banche? Dovreste chiederlo a loro“.

Le istituzioni spengono le polemiche

Dopo l’intervento chiarificatore di Marco Fassone, giungono dunque nuove voci autorevoli su uno dei casi più discussi dell’estate: basterà a placare le poleiche e spegnere i solit sospetti?

ultimo aggiornamento: 04-09-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X