Il caso del Mostro di Firenze potrebbe riaprirsi. I legali di alcune vittime hanno chiesto degli approfondimenti maggiori.

ROMA – Siamo arrivati ad una svolta sul caso del Mostro di Firenze? Difficile dirlo in questo momento visto che da parte della Procura non c’è ancora nessuna risposta certa, ma i legali dei familiari di alcune vittime hanno chiesto ai magistrati toscani di dare il via ad una nuova indagine per provare ad accertare l’eventuale responsabilità di una persona.

Si tratta di uno dei sospettati dell’epoca e sul quale in questo momento ci sarebbero degli indizi ancora più forti. Come detto, non c’è stata nessuna risposta da parte dei magistrati, ma siamo certi che in futuro ci sarà un cambio di passo fondamentale in questa vicenda.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Mostro di Firenze, svolta nelle indagini?

Come detto, la riapertura delle indagini potrebbe portare davvero ad una svolta. Fino a questo momento è solamente una richiesta da parte dei legali di alcuni familiari delle vittime, ma la situazione potrebbe cambiare nei prossimi giorni.

Sono in corso tutte le riflessioni del caso da parte dei magistrati e vedremo se alla fine si arriverà davvero a degli approfondimenti per capire meglio la posizione del presunto responsabile dei sette o otto omicidi avvenuti tra gli anni ’70 e ’80 sempre nel capoluogo toscano.

Carabinieri
Carabinieri

Il Mostro di Firenze

Il Mostro di Firenze, come detto, è la persona che, in compagnia di altri individui, è stata autore di almeno sette o otto omicidi nel capoluogo toscano. Al momento in carcere ci sono due persone accusate di essere gli autori materiali di alcuni di questi gesti, ma non si è ancora arrivati all’identità della mente di questa striscia di sangue.

Gli approfondimenti dei legali di alcuni familiari hanno individuato un sospettato, ma si tratta solamente di ipotesi che dovranno essere confermate dagli inquirenti nelle prossime settimane.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 26-03-2022


Ucraina, il primo bilancio ufficiale: più di 1300 soldati russi sono morti

Morto Taylor Hawkins, aveva 50 anni.