Caso Siri, Salvini non ci sta: in un Paese civile non funziona così

Matteo Salvini reagisce duramente alla decisione del premier Conte sul caso Siri: “Spero che il 26 maggio arrivi il prima possibile”.

ROMA – E’ alta tensione tra Lega e M5s. Le ultime ore sembrano aver aperto ad una leggerissima schiarita tra i due partiti ma la decisione del premier Conte sul caso Siri ha riaperto la questione.

Il presidente del Consiglio in conferenza stampa ha ribadito la sua intenzione di chiedere le dimissioni del sottosegretario leghista. Una posizione – condivisa in pieno dal M5s – che non è piaciuta a Matteo Salvini. Il vicepremier da Budapest ‘sfida’ gli alleati di governo e il premier italiano: “In un paese civile non funziona così. Io lascio a Conte e Siri le loro scelte, a me va bene qualsiasi cosa se me la spiegano. Spero che venga il prima possibile il 26 maggio, così le ragioni di qualcun altro verranno meno“.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Il caso Siri spacca il governo: maggioranza a rischio?

Le ragioni di qualcun altro verranno meno“. Con queste parole Matteo Salvini ha voluto lanciare un nuovo messaggio al MoVimento 5 Stelle sul caso Siri che tiene banco nella maggioranza. Il leader leghista non ha assolutamente accettato la decisione del premier Conte di chiedere al prossimo Consiglio dei Ministri le dimissioni del sottosegretario leghista.

Il partito di via Bellerio in più di un’occasione ha fatto da scudo al proprio esponente chiedendo il rispetto dei tempi giudiziari. Idea diversa del presidente del Consiglio che ha sempre ribadito la differenza tra la legge e la politica. Proprio questo ha portato ad una decisione irrevocabile da parte del leader italiano pronto a chiedere al sottosegretario Siri di fare un passo indietro. Una scelta – che come si poteva immaginare – potrebbe aprire degli scenari non facilmente pronosticabili mesi fa. L’alleanza Lega-M5s inizia a scricchiolare con Salvini pronto a fare lo ‘sgambetto’.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/salviniofficial

ultimo aggiornamento: 03-05-2019

X