Il duca Farnese morto avvelenato? Il corpo dell’uomo dovrebbe essere riesumato per accertare le cause del decesso, avvenuto nel 1592.

PARMA – Il duca Farnese morto avvelenato? A distanza di oltre 400 anni restano i dubbi sulla morte di uno degli uomini chiave di Filippo II di Spagna. Ufficialmente il politico è deceduto per una polmonite ma gli ultimi studi non fanno escludere un omicidio.

Per questo la grande appassionata di storia Anna Zaniboni Mattioli e lo studioso Giuseppe Bertini sono pronti a riesumare il corpo per cercare di accertare le cause della morte di Alessandro Farnese.

Il duca Farnese morto avvelenato?

I resti di Alessandro Farnese e della moglie sono stati riesumati e portati a Medicina Legale per effettuare tutti i controlli del caso. Si tratta di un’ipotesi omicidio avanzata da due studiosi visto l’importanza avuta dal politico negli anni scorsi.

Non sarà semplice riuscire a risalire alle cause della morte del duca parmense visto che sono passati oltre quattro secoli dalla sua scomparsa. Ma si cercherà di fare il possibile per cercare di scoprire se si è trattato davvero di una morte naturale oppure è stato avvelenato per il suo ruolo politico. E nel secondo caso si rischia di cambiare una parte di storia.

Alessandro Farnese
fonte foto https://twitter.com/LilianeBreuning

I casi precedenti

La riesumazione del corpo è stata chiesa da Anna Mattioli che alla Gazzetta di Parma spiega: “Farnese era l’uomo chiave di Filippo II di Spagna. I suoi successi suscitarono forti invidie e il sospetto che possa essere avvelenato per le invidie che aveva suscitato c’è“.

Non è la prima volta che accade un episodio simile. Uno dei precedenti risalgono a Cangrande della Scala con la riesumazione che ha confermato una morte per avvelenamento. Il giallo, questa volta, riguarda il Duca Farnese e presto ci potrebbero essere importanti novità.

fonte foto copertina https://twitter.com/LilianeBreuning


Addio a Terry Jones, fondatore dei Monty Python

Venezia, il Mose potrebbe entrare in funzione il 30 giugno