Cesiomaggiore, Erostrato: indagati padre e figlio

Caso Erostrato: Cesiomaggiore ancora nel terrore, i principali indiziati sono un uomo di settant’anni e suo figlio, entrambi appassionati di storia e testi esoterici.

Cesiomeggiore, Erostrato sono padre e figlio? Sono finiti nel registro degli indagati padre e figlio di Cesiomaggiore per gli atti vandalici compiuti  cui hanno fatto seguito una serie di lettere e bigliettini intimidatori firmati Erostrato

Incendi, atti vandalici sui muri delle chiese e del cimitero, lettere minatorie: con questi strumenti i responsabili avrebbero seminato il terrore nel piccolo paese in provincia di Belluno.

Indagati un settantenne e il figlio

Come riportato da Il Corriere delle Alpi, i principali indagati sarebbero un uomo di settant’anni e suo figlio, indagato per procurato allarme, danneggiamento aggravato, danneggiamento tramite incendio e tentata estorsione.

Nella casa dei due sono stati sequestrati i computer, una copia del “Mein Kampf” di Hitler, il “Manuale pratico di Chimica batteriologica” e spilli, forse gli stessi messi nelle caramelle che nei giorni scorsi sono state trovate dai bambini del paese.

Al momento non è stata mossa alcuna accusa nei confronti dei due per mancanza di prove.

Le indagini sarebbero partite dal registro della Biblioteca di Cesiomaggiore, da dove padre e figlio avrebbero preso in prestiti libri storici ed esoterici che avvicinerebbero la coppia ai segni satanici e nazisti scritti e disegnati sui bigliettini intimidatori firmati da Erostrato

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 19-02-2018

Nicolò Olia

X